Mattia Caldara sarà un perno della Juventus, nel presente e nel futuro. Ne è convinta totalmente la dirigenza bianconera, brava ormai un anno e mezzo fa ad anticipare la concorrenza di Inter, Roma e Milan per il difensore centrale dell'Atalanta che è rimasto a Bergamo con ottimo rendimento. Domenica scorsa Caldara ha salutato la Dea con tanto di fascia da capitano al braccio; adesso la Juve lo aspetta, Marotta e Paratici lo hanno fortemente voluto, al punto da rinunciare a una plusvalenza facile che si poteva realizzare solo qualche settimana fa.

OFFERTA PSG - La Juventus infatti ha ricevuto una proposta dal Paris Saint-Germain: il club francese si è invaghito del centrale bergamasco al punto da inserirsi concretamente per prendere informazioni su di lui e preparare un'offerta che avrebbe potuto superare i 40 milioni di euro. Oro colato per qualsiasi club, anche perché la Juve ha pagato Caldara poco più di 20 milioni con bonus; la scelta della dirigenza è stata chiara, bloccato qualsiasi approccio perché Mattia non si tocca, è atteso dalla convocazione in Nazionale con il nuovo ciclo di Roberto Mancini ma soprattutto è centrale nel progetto bianconero che verrà. Porta chiusa per il PSG che prenderà un nuovo difensore sul mercato, non sarà Caldara, perno della Juve 2018/2019 con approvazione di Allegri inclusa. Una forza nella replica ai francesi molto gradita anche al difensore. Ora, promesso sposo bianconero in arrivo a Torino.