8
Tutti parlano di Mertens. Certo, ‘Ciro’ è entrato nelle pieghe di Napoli, ne ha stigmatizzato i difetti ed esaltato i pregi. Parla con il fruttivendolo, scherza col fornaio, è amico del tassista. Quando ha tentennato, con l’offerta dell’Inter alla finestra, i tifosi si sono fatti sentire con diverse manifestazioni d’affetto. Ma Dries non è l’unica bandiera azzurra con il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Ce ne è un altro, anche di un certo peso: ha lasciato il Real Madrid per venire a Napoli, ma ora José Callejon è a rischio addio.

COLPO DI SCENA - Un’eventualità che, solo poche settimane fa, sembrava molto vicina a realizzarsi. Ingombrante, un freno per l’esplosione del costoso Lozano e del neo arrivato Politano. Poi l’età, 33 anni compiuti, troppi. Un percorso delineato: ultima corsa insieme, poi saluti. Invece, complice in qualche modo anche il rinnovo temporaneo - fino al termine della stagione (31 agosto) - resosi necessario per il protrarsi dell'annata, potrebbe cambiare tutto. Un colpo di scena anticipato così, ai microfoni di Sky Sport, dal ds Giuntoli: “Per Callejon stiamo aspettando. Questa è casa sua, come con Mertens c’è un rapporto di grande serenità. Sono due ragazzi che hanno dato tanto al Napoli, qualsiasi cosa sceglierà José non ci saranno problemi da qui a fine stagione".
VOLONTA’ CHIARA - Nessun problema ad estendere l’accordo fino al termine di campionato e coppe, poi si vedrà. Piccola apertura che descrive come si stanno sviluppando le cose. Secondo quanto appreso da calciomercato.com, Callejon vorrebbe restare almeno un altro anno a Napoli. E’ compenetrato nel tessuto sociale: le sue figlie, India e Arya, sono nate e cresciute in città, la moglie Marta si trova bene, lui stesso è felice. Difatti, non ha alcun accordo con altre squadre, Valencia, Siviglia o Villarreal che siano. 

COSA STA SUCCEDENDO - Di recente sono ripresi i contatti, fermi dallo scorso dicembre, tra Manuel Garcia Quilon, l’agente del numero 7, e la società. José, dopo anni in azzurro, ha un filo diretto con il presidente De Laurentiis. Può parlare direttamente con lui. Callejon, un solo rinnovo in oltre 6 anni, chiede un piccolo riconoscimento economico, magari anche sotto forma di bonus (attualmente guadagna 3 milioni a stagione). Il Napoli aspetta che abbassi leggermente le pretese. Dialoghi aperti, tutto è nuovamente possibile.