Commenta per primo

 

In casa Inter si sta già pensando al futuro. Dopo l'addio di Julio Cesar, altri calciatori potrebbero lasciare la formazione nerazzurra o comunque essere 'costretti' a rivedere i propri contratti in virtù dell'austerity necessaria con l'introduzione del famigerato 'Fair Play finanziario'. Tra questi giocatori - secondo quanto sostenuto da alcuni organi di stampa - ci sarebbero anche Diego Milito ed Esteban Cambiasso cui verrà offerto, probabilmente in estate, un contratto più lungo di un anno con un ingaggio ridotto rispetto all'attuale. Per parlare proprio del centrocampista ex Real MadridCalciomercato.it ha intervistato in esclusiva Peppino Tirri - noto agente Fifa e dallo scorso 5 agosto presidente del Botev Vratsa - che ha curato in passato gli interessi dell'argentino per l'Italia. 

CAMBIASSO - "Di questo discorso relativo alla spalmatura dell'ingaggio non so nulla. Estaban ha un contratto con l'Inter che scadrà nel giugno del 2014, per cui c'è tempo per questi discorsi. Interesse di altre squadre? Al momento non mi risulta, l'anno scorso si era mosso il Galatasaray ma non era una pista percorribile".

SCAMBIO ROLANDO-ALVAREZ - Tirri per molto tempo ha assistito anche il difensore centrale del Porto: "Non sono più l'agente è vero ma lo conosco bene. Scambio con Alvarez dell'Inter? E' una trattativa difficile perché quella lusitana è una società molto complicata. Tra l'altro Rolando ha rifiutato il trasferimento al QPR e con i nerazzurri si parlerebbe di scambio di prestiti, davvero difficile...". 

WILLIAN - Esperto anche di calcio ucraino, il procuratore ha detto la sua sul talentuoso brasiliano dello Shakhtar Donetsk di Lucescu: "Si è parlato molto di questo ragazzo, accostato anche all'Inter. Francamente non ritengo che visto il costo del cartellino possa arrivare in Italia, dove nessuno se lo può permettere. Per il suo futuro, in pole vedo la Premier (si è parlato di ChelseaManchester CityTottenham, ndr)".