Per la Juventus è stato più di un'idea, oltre le smentite. Perché a fine gennaio l'unico giocatore sondato concretamente dai bianconeri per la fascia è stato Yannick Ferreira Carrasco, più di Politano per intenderci; perché l'ala belga dell'Atlético Madrid è sempre stata un pallino di Marotta e Paratici, da qui è nato il tentativo per ottenere l'esterno offensivo rapido e di qualità che poteva rappresentare un jolly in più per Allegri, altro suo grande estimatore. La risposta dell'Atlético? Niente da fare per un prestito con riscatto già fissato, le cifre erano e sono ben superiori. Ma soprattutto, come vi avevamo raccontato, l'inserimento prepotente di un club cinese che adesso sta per definire il colpo Carrasco.

I DETTAGLI - La squadra è il Dalian Yifang, al lavoro in queste ore per completare l'acquisto di Yannick così da portarlo in Cina al più presto rompendo il desiderio della Juve che ci avrebbe riprovato volentieri in estate: sul tavolo ci sono 10 milioni netti a stagione più bonus per il giocatore, sempre più convinto di fare questa scelta di fronte a una proposta economica mostruosa come questa. All'Atlético Madrid, proposti 30 milioni di euro complessivi di cui una parte andrà per un accordo di percentuali sulla rivendita al Monaco: il dt Berta è pronto a dare il via libera, manca solo l'ok di Simeone che ne sta parlando con Carrasco per poi liberarlo. Con buona pace della Juve: a queste condizioni, Yannick sarebbe diventato una follia.