91
La storia di Mohamed Ihattaren è di quelle che fanno riflettere. Motivi personali, che da quanto rimbalza dall'Olanda sarebbero riferiti a uno stato depressivo in cui è caduto da due anni dopo la morte di suo papà, stanno portando l'olandese a maturare la decisione addirittura di ritirarsi dal calcio. Nonostante abbia solo 19 anni e un contratto di quattro anni con la Juventus, con un ruolo da astro nascente all'interno della scuderia di Mino Raiola. Che stando a quanto riportato in Olanda, a sua volta già da tempo avrebbe un rapporto piuttosto teso con il giocatore a causa di qualche incomprensione di troppo. Ora Ihattaren si trova in patria, dove è tornato già da qualche settimana per motivi famigliari, con la Sampdoria che ne ha sostanzialmente perso le tracce (leggi qui). Una situazione delicata, che poco ha a che fare con il calcio in senso stretto, che va trattata con sensibilità e rispetto. Ma che va affrontata anche da un punto di vista più pragmatico, come ovvio che sia in ambito professionistico.
LA SITUAZIONE – In fuga dal Psv, è stato proprio Ihattaren uno dei protagonisti dell'ultimo giorno di mercato. In rotta totale con il suo ex club, ha sostanzialmente ottenuto la possibilità di essere ceduto a zero o quasi: la Juve lo ha infatti acquistato a titolo gratuito, pur pagando però 1,9 milioni di euro in commissioni cui aggiungerne altri 2 di bonus. Immediato il prestito alla Sampdoria, dove si presentava con un curriculum da predestinato: 10 gol in 74 presenze col Psv, un futuro assicurato anche in Nazionale. Sulla carta doveva essere quantomeno il vice-Damsgaard, il talento era quello del predestinato pronto a stupire. Però a conti fatti D'Aversa non l'ha mai avuto a disposizione e ora la Sampdoria ha preso atto di dover rinunciare a lui. Già avviati i contatti con la Juve per arrivare a una soluzione, con ogni probabilità si procederà alla risoluzione dell'accordo di prestito, parallelamente la Sampdoria sta cercando pure di individuare un'alternativa con il club bianconero che pure non ha alcuna responsabilità relativamente alla situazione che sta impedendo Ihattaren a essere disponibile. Possibile che si arrivi a un nuovo prestito, tra i giocatori attenzionati dalla Samp ci potrebbe essere pure quel Matias Soulé appena convocato da Lionel Scaloni addirittura nella Nazionale A dell'Argentina. Passaggio già successivo, come solo più avanti si capirà cosa potrà succedere tra la Juve e lo stesso Ihattaren: dialoghi sempre aperti con Raiola, ma se il giocatore dovesse prendere definitivamente la decisione di smettere col calcio allora anche il contratto andrà rivisto.