389
Neanche il tempo di iniziare la stagione che per Sarri c’è la prima grana da risolvere. Luis Alberto non si è presentato alle visite mediche di rito in Padeia. Tare attende una spiegazione dal 'Mago', attualmente in ritardo di due giorni rispetto ai compagni di squadra. Il comportamento dello spagnolo non è piaciuto alla Lazio che sta cercando di far rientrare il caso che c’è e preoccupa l’ambiente biancoceleste. Tanto che il tecnico toscano non le ha certo mandate a dire: “È un problema della società, non ha risposto alla convocazione. Aspetto che arrivi e che parli con me e coi compagni e ci convinca di quello che ha fatto. Se ci convincerà di quello che ha fatto il problema svanirà istantaneamente, altrimenti dovrà chiederci scusa". 

Ascolta "Caso Luis Alberto alla Lazio, la verità su Milan e Juve" su Spreaker.

LA VERITÀ SUL FUTURO -  L’assenza in ritiro dell’ex Liverpool è una scelta estemporanea, che non ha un fine strategico sul mercato. O meglio, non c’è una squadra che sta facendo pressione per Luis Alberto. Tanti sondaggi da club spagnoli (Villarreal in primis) ma non vi sono tracce di trattative in essere. Il Milan si era informato nei mesi scorsi con gli agenti del centrocampista, senza mai affondare il colpo. La richiesta di Lotito pari a 50 milioni di euro viene considerata fuori mercato dal club rossonero che si sta orientando su altri obiettivi. Non c’è nemmeno la Juventus dietro all’assenza ingiustificata di Luis Alberto. Il club bianconero è concentrato sulla trattativa con il Sassuolo per Locatelli, alla quale verrà destinato gran parte del budget stanziato per questa sessione estiva di calciomercato. Salvo clamorosi colpi di scena, il centrocampista andaluso vestirà ancora la maglia della Lazio nelle prossima stagione. Con la speranza biancoceleste di evitare altri comportamenti poco responsabili fuori dal campo.