1
La Premier League si appresta a ripartire mercoledì prossimo, sulla scia di quanto è già avvenuto in Germania e Spagna e presto in Italia. Si ricomincia con due recuperi - uno dei quali è l'attesissima sfida tra Arsenal e Manchester City che interessa da vicino il Liverpool, sempre più vicino al titolo - ma a preoccupare è l'allarme scattato in casa Norwich City per la positività all'ultimo test per il Covid-19 di un suo calciatore. Uno dei due casi di positività al virus riscontrati in occasioni degli ultimi 1200 tamponi effettuati.

L'ALLARME - L'aspetto più inquietante della vicenda è che il giocatore, la cui identità non è stata rivelata per motivi di privacy, sarebbe stato utilizzato dal suo allenatore Daniel Farke in occasione dell'amichevole disputata venerdì scorso contro il Tottenham. Ossia, prima di venire a conoscere di essere risultato positivo al test. Per l'atleta in questione, è scattato immediatamente il protocollo varato dalla Premier, vale a dire l'auto-isolamento per 7 giorni prima di sottoporsi a nuovi esami che, solamente in caso di negatività, autorizzerebbero la regolare ripresa degli allenamenti col resto del gruppo.
IL COMUNICATO - Il Tottenham, che venerdì prossimo tornerà in campo contro il Manchester United, ha emesso un comunicato ufficiale per tranquillizzare i propri tifosi sulla vicenda: "Continuiamo ad operare nel rispetto delle rigide linee guida delineate dalla Premier League per garantire che non ci siano rischi di diffusione dell'infezione qualora qualcun altro risultasse positivo, inclusa la pratica del distanziamento sociale, in modo da non creare "contatti stretti", definiti dal governo come entro due metri da un caso confermato, per almeno 15 minuti.

Ciò significa che nessun altro membro della squadra o dello staff sarà costretto ad auto-isolarsi se non risulterà positivo al test. Il giocatore del Norwich City in questione ha confermato di non avere avuto "contatti stretti" con la nostra squadra venerdì ed anche il nostro team lo ha verificato. I nostri test hanno continuato a dare solo risultati negativi al COVID".