Commenta per primo
La vicenda  Petrachi non è finita. Ieri, infatti, è stata notificata dalla procura la proroga sul caso. La Roma dovrà attendere ancora per capire quale sarà il destino del suo direttore sportivo "accusato" di aver lavorato contemporaneamente per Torino e Roma nella scorsa estate.  La proroga scadrà a fine gennaio 2020 e aprirà due strade percorribili: depositare la richiesta di archiviazione o quella di inibizione. Come scrive il Corriere dello Sport, oggi saranno ascoltati i testimoni Fienga e Longo, mentre a Milano sarà il turno del presidente del Torino, Urbano Cairo, di Marotta, Ausilio e dell’agente Martina.