340
Emergono nuovi particolari nel caso Luis Suarez per l'esame di italiano (sostenuto il 17 settembre) utile a garantirgli la certificazione B1, tappa necessaria per prendere il passaporto comunitario. La Repubblica oggi svela nuovi dettagli della vicenda. In particolare, c’è un terzo indagato per corruzione. Si tratta del professor Lorenzo Rocca, membro della commissione dell'Università per Stranieri di Perugia che, il 17 settembre scorso, ha valutato sufficiente la conoscenza della lingua italiana dell'attaccante uruguaiano ex Barcellona. La novità emerge dall' “avviso di accertamenti tecnici non ripetibili”, consegnato venerdì agli avvocati difensori degli indagati, convocati in procura nelle stesse ore in cui venivano sentiti, in qualità di testimoni informati dei fatti, i legali della Juventus, Luigi Chiappero e Maria Turco. 




Lo stesso reato è stato contestato al rettore, Giuliana Grego Bolli, e al direttore generale Simone Olivieri. È stato quest'ultimo a tenere i rapporti con l'avvocato dei bianconeri Maria Turco e con lo staff dell'attaccante per organizzare l'iscrizione e la preparazione didattica. Secondo la procura di Perugia, guidata da Raffaele Cantone, la contropartita per facilitare e accelerare la pratica dell'esame (la sessione ordinaria era fissata per il 22 settembre, ma ne è stata organizzata un'altra il 17 settembre, cui hanno partecipato solo Suarez e altri tre studenti) era la possibilità che la Juve, in futuro, inviasse giocatori delle giovanili ai corsi di italiano dell’Università
Ad oggi però non figura il corruttore. L’avvocato di Rocca, Cristiano Manni, nega contatti con la Juve - ribadiamo che nessun tesserato bianconero, né gli avvocati Chiappero e Turco, sono indagati - e promesse ricevute. Non risultano altri indagati, al momento. Sulla fuga di notizie e delle intercettazioni coperte dal segreto istruttorio la Procura di Perugia, per bocca del vertice Raffaele Cantone, ha annunciato l’apertura di un fascicolo. L’ipotesi è di violazione del segreto investigativo. Per questo Cantone ha anche disposto la sospensione delle indagini sull’esame di Suarez alla Stranieri, riprogrammandole onde evitare nuove fughe di notizie. All'inizio della prossima settimana è atteso un vertice per “riprogrammare nel rispetto del segreto investigativo" l'attività di indagine. Il procuratore Cantone si è mantenuto in contatto con i titolari del fascicolo ai quali ha ribadito fiducia. Il suo intervento ha avuto come "unico obiettivo" quello di tutelare il loro lavoro. 

E alla vicenda Suarez si ricollega il caso Juan Cuadrado. Il giocatore colombiano della Juve pochi giorni fa ha sostenuto lo stesso tipo di esame, lingua italiana livello B1, in una sede torinese dell'Università per Stranieri di Siena. “Come tutti gli iscritti – fanno sapere dal Rettorato senese – Cuadrado dovrà aspettare 20-40 giorni per avere il risultato ed, eventualmente, l’attestato”. Un’ulteriore prova del fatto che Suarez - a cui è stato rilasciato immediatamente il diploma - abbia ricevuto un trattamento diverso. Anche rispetto a un altro calciatore, nel caso Cuadrado.