33
Timothy Castagne al veleno su Gian Piero Gasperini. L'ex esterno dell'Atalanta, trasferitosi al Leicester, parla al Guardian della differenza tra il suo precedente allenatore e Brendan Rodgers: "Volevo un allenatore con cui avere un rapporto. Possiamo parlare, può aiutarmi a lavorare sui miei punti deboli e cose del genere. E' per questo che ho scelto di venire qui, perché ho avuto un'ottima impressione di lui. Gasperini non parlerebbe con nessuno. E' ottimo tatticamente e ha ottime idee, ma non avevamo nessuno tipo di rapporto. Dipende da ogni giocatore, ma io ho bisogno di avere un rapporto. Dopo la partita chiedevo 'Come sono andato? Ho giocato bene?' al vice o all'allenatore, mi avrebbe aiutato a guadagnare fiducia, ma non ho trovato questo aspetto all'Atalanta. Ora lo sto ricevendo e mi fa molto bene".