90
Il "giostraio" è una figura dell'immaginario cinematografico e letterario, in grado di "rallegrare i piccoli e i grandi nel mondo bello, non volgare, familiare e  pulito...": un personaggio in grado di suscitare sorrisi e felicità, grazie alla sua spensieratezza e allegria. Il giostraio del Milan nelle ultime partite ha le fattezze di Samu Castillejo, esterno spagnolo arrivato nella passata stagione dal Villarreal nell'ambito dell'affare Bacca. Un ripiego, dicevano in molti, un calciatore di passaggio, aggiungeva qualcuno: invece la rinascita rossonera sulle fasce durante le ultime prestazioni è da attribuire proprio all'esterno di Malaga, che ha preso il posto di Suso nello scacchiere di Pioli.

TITOLARE NEL 4-4-2 DI PIOLI, FUORI DAL MERCATO - Corsa, grinta, voglia di spaccare il mondo, ma anche assist e gol: suo il passaggio per Leao nella rete che ha sbloccato il match dei rossoneri contro il Cagliari, suo  il 2-0 che ha sigillato il match di Coppa Italia contro la Spal. Nel nuovo ruolo riesce ad esprimere al meglio il proprio potenziale: da ala destra nel 4-4-2 si è esaltato, magari con meno classe del numero 8 connazionale, ma sicuramente con maggior capacità di abnegazione e sacrificio. Più unico che raro nella rosa del Milan, la sua esplosione lo ha tolto dal mercato, dato che al momento è il titolare del ruolo. 

LA CONDANNA DI SUSO - Protagonista inaspettato: Castillejo ha ricevuto alcune offerte ma ha deciso di restare a Milano, stimolato dall'arrivo di Ibra e conscio di aver superato i problemi relativi all'infortunio muscolare riportato contro la Lazio: con una nuova chance in arrivo domenica, contro l’Udinese, ora il "giostraio della fascia" è diventato protagonista della stagione rossonera. E nel contempo ha metaforicamente "preparato le valigie" a Suso, sempre più vicino all'addio grazie anche al suo exploit, cambiando il mercato del Milan. 

@AleDigio89