7
Gaetano Castrovilli, centrocampista della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa da Coverciano, dopo la prima convocazione di Mancini con l’Italia:
Prima convocazione? Indossare questa maglia è il sogno di ogni bambino. Voglio che sia un punto di partenza nuovo per la mia carriera, voglio sfruttare al massimo questa opportunità
Danza? Mi piace tantissimo ancora oggi, rivedo molto della danza nel calcio. Quando ho tempo libero, anche a casa, mi metto ad imparare dei passi. Sto cercando anche una scuola di ballo, così se ho tempo libero ci vado.
Compagni? Ieri abbiamo cantato per i compagni, ma è diventato un rito. Serve per integrarsi nel gruppo, e qui il gruppo è fantastico.
Ruolo? Cerco di migliorarmi ogni giorno, come per esempio nel fare gol o nel difendere. Non mi reputo completo, ogni giorno devo fare qualcosa per migliorarmi.
Europeo? Chiunque è qui vuole andare all’Europeo. Darò il massimo tutti i giorni per meritarmi la convocazione.
Gavetta? La Serie B mi ha aiutato sotto tutti i punti di vista, soprattutto i compagni, che essendo molto esperti ti possono aiutare tantissimo.
Modello azzurro? Mi paragonano ad Antognoni, mi fa molto piacere perché è una grande persona, ma ci dividono 70 presenze, 7 gol e un Mondiale con l’Italia.
Stagione? Devo migliorare sotto porta, lo sto facendo ma lo posso fare ancora. Sottil e Ranieri sono due giocatori molto bravi, due punti fermi dell’Under 21 e spero possa arrivare la chiamata anche per loro.
Calcio italiano? Bisogna dar fiducia ai giovani, anche dopo una partita sbagliata, per dare maggiore tranquillità.
Sconfitta a Cagliari? Abbiamo fatto una brutta figura, dobbiamo rialzarci e pensare subito al Verona.
Pregio di Mancini? Questo è un gruppo fantastico, che diverte e si diverte. Essere qui è bellissimo anche per come ci hanno accolto."