Commenta per primo
Il Catania continua la preparazione sulle Dolomiti agli ordini del nuovo tecnico Marco Giampaolo. Ieri escursione al rifugio Dos del Sabion a quota 2.101 metri e festa per Mariano Gonzalo Andujar, che ha raggiunto il gruppo dopo aver usufruito del supplemento di ferie dettato dall'esperienza mondiale.

"Avevo voglia di ricominciare a lavorare. Ci attende una stagione difficile ma esaltante, spero" sottolinea il portiere rossazzurro. "Dopo cinque anni di miglioramenti costanti, non si può lottare soltanto per la salvezza. Spero che si vada oltre i 45 punti. Se dobbiamo crescere, io dico che siamo più maturi tutti: dirigenti, giocatori, tifosi". Sarebbe il naturale percorso cominciato nel girone di ritorno dell’ultimo campionato.

"Sinisa (Mihajlovic, ndr) ci ha dato la giusta mentalità. Se ci applichiamo singolarmente e come gruppo, andremo avanti". Andujar parla anche del Mondiale: "Mi dispiace soltanto non aver coronato il sogno di un’intera Nazione, arrivare in finale e giocare per il titolo. Eravamo 23 giocatori, abbiamo lottato per incoraggiarci a vicenda. In campo è andato Romero, ho tifato per lui. Diego (Maradona, ndr) ha giocato i Mondiali, sa come si affrontano. Sa che un bacio, una parola al momento giusto, sono fondamentali per darti la carica. Abbiamo sentito il sostegno di chi ci guidava dalla panchina".
In queste ore Diego discute il rinnovo del contratto. "Spero che rimanga, che possa continuare per il bene di tutti. Non c’è un personaggio più importante di lui, nel nostro Paese. Dopo aver beccato gol nei primi minuti, contro la Germania, è stato difficile impostare azioni offensive. Se non avessimo beccato il primo gol, la partita sarebbe cambiata".

A Catania, il portiere argentino conoscerà il nuovo tecnico e il suo 4-4-2. "Nel Catania abbiamo provato tutto, dipende solo dalla voglia, dalla mentalità nostra. Io sono qui per fare bene, per andare avanti". Su un presunto passaggio alla Fiorentina, Andujar taglia corto. "Ripeto: sono rimasto a Catania con grande piacere. Più in là cercherò di meritarmi una grande squadra. Per ora penso soltanto a dare il massimo per questa maglia".