Commenta per primo

Rolando Maran, tecnico del Catania, parla nel corso della conferenza stampa di fine anno in casa etnea. 

"Ad una partita dalla fine del girone d'andata il nostro bilancio è senz'altro positivo ed entusiasmante, per quanto abbiamo ottenuto e per quanto abbiamo dimostrato: in una categoria così prestigiosa, andiamo avanti a testa alta. Lo dissi già il primo giorno: per me essere l'allenatore del Catania è un sogno, e la cosa più bella è constatare che questo sogna continua a crescere. I punti smarriti? Mi danno fastidio soltanto quelli persi quando potevamo fare qualcosa per evitarlo", spiega Maran, come si legge su Itasportpress. 

Quanto le piace il Catania di oggi? "Le note liete sono tante: l'affidabilità del gruppo, l'inserimento rapido e fruttuoso dei nuovi, la risposta complessiva dell'organico anche nei momenti di difficoltà. Su questi presupposti, il chiaro messaggio della società, che assicura continuità a prescindere dal mercato, è importantissimo. Per noi il campionato si fa più difficile, adesso: ci conoscono e ci aspettano, per mantenere questa dimensione dovremo essere capaci di fare di più, a cominciare dalla gara col Torino". 

"Bergessio? Ha già cominciato a correre e lo fa con naturalezza, anche in allungo: vedremo nei prossimi giorni. Auguro a tutti di continuare a sognare con il Catania: sia un 2013 ricco di soddisfazioni ed entusiasmo".