Commenta per primo

L'amarezza per la vittoria sfumata contro il Genoa è ancora viva in tutto l'ambiente rossazzurro, che certamente credeva che il successo del Catania sui rossoblu non fosse più in discussione. E' successo l'imponderabile, anche se poi in realtà un autogoal nel calcio fa parte del gioco. Certo, probabilmente è arrivato dalla testa di colui che meno ci si attendeva potesse farlo, ma quando il diavolo ci mette la coda, si sa, c'è davvero poco da fare. E' un periodo in cui tutto va storto, ma la forza di volontà della squadra di Maran comincia a contrastare pian piano gli sgarbi della dea bendata. Probabilmente infatti solo qualche settimana fa una partita come quella contro il Genoa si sarebbe anche potuta perdere, ma per fortuna la rotta sembra già essere stata invertita. 

Non ne va una dritta, a cominciare dagli infortuni occorsi ai giocatori più rappresentativi, che uno dopo l'altro hanno finito per subire infortuni fastidiosi che non sono stati ancora smaltiti del tutto. Per carità, nessuna giustificazione per nessuno, questo sia ben chiaro. Se è vero che questa squadra ha sbagliato l'approccio al campionato, di sicuro però è anche giusto riconoscere che non è stata affatto fortunata. D'ora in poi quindi bisognerà fare di tutto per far sì che nulla metta in discussione la permanenza in Serie A, nemmeno per un momento, e questo pensiero può trovare basi solide nel fatto che già da due giornate, seppur di poco, le ultime tre posizioni in classifica sono alle spalle.

La prima cura è quella tanto ovvia quanto essenziale che porta a pensare che sarà necessario dimenticare il passato, perchè se la forza di questa squadra è fuori discussione bisognerà anche convincersi che ciò che è accaduto nella passata stagione è del tutto inutile da riportare ancora come esempio. La squadra dello scorso anno era un'altra cosa, quell'ottavo posto in questo momento vale solo l'onore e la soddisfazione di averlo centrato. I tanti colpi di mercato messi a segno dalla dirigenza del Catania invece hanno sicuramente rivoluzionato buona parte della squadra, anche se l'ossatura rimasta a disposizione di Maran rappresenta comunque una garanzia per il tecnico rossazzurro. Quel che resta da fare probabilmente sarà semplice da fare solo a parole, ma di sicuro bisognerà mettercela tutta perchè il valore reale di questa squadra diventi più forte dei ricordi.