Commenta per primo
E'stato diffuso pochi minuti fa un nuovo comunicato riferito alla situazione dell'Fc Catanzaro con cui il presidente Aiello si dichiara disponibile a rinunciare ai suoi crediti per favorire un passaggio di proprietà. La nota, secondo quanto riferito, annulla il comunicato di alcune ore fa in cui si parlava di un impegno analogo da parte di tutti gli azionisti. Ecco il comunicato Il maggiore azionista dell'FC. Catanzaro nel ribadire quanto già comunicato lo scorso 14 maggio 2010, intende esprimere, in questo particolare momento, profonda gratitudine al gruppo Noto, Speziali, Gatto e Colosimo, per la disponibilità da essi manifestata, anche se solo attraverso gli organi di stampa, di volersi fare carico da qui in avanti, delle sorti della società della città giustamente supportati, in questo loro decisivo sforzo, dalle amministrazioni pubbliche. L'azionista di maggioranza, Antonio Aiello, rinnova pertanto la più totale e sincera disponibilità a facilitare con ogni mezzo, senza condizione alcuna e sempre nel rispetto della legge, il passaggio societario . A tal fine oltre che cedere gratuitamente le quote azionarie (come già in precedenza comunicato nel contesto di un tavolo istituzionale presieduto dal Sindaco della Città), precisz di essere disponibile a mettere a disposizione dei predetti imprenditori, anche il loro credito (infruttifero e postergato) in favore della società, rendendo così meno onerosa per gli stessi, la prossima ricapitalizzazione. Tuttavia, considerato il breve tempo rimasto a disposizione (meno di una settimana), per gli adempimenti di cui all'art. 2447 C.C. è opportuno che si avviino concreti contatti anche tra i consulenti dei due gruppi al fine di formalizzare dinanzi ad un notaio quanto sopra detto entro e non oltre le prossime 24 ore. Per quanto concerne infine la massa debitoria, al fine di fugare ogni dubbio derivante anche da voci infondate sulla sua reale consistenza, ed ingenerare così errate valutazioni divenute, a volte strumentalmente, di dominio pubblico, si precisa che l'unico organo istituzionalmente abilitato a certificare la massa debitoria è il collegio sindacale i presieduto da quattro anni e con totale dedizione, dal Dott. Francesco Muraca. Per cui nelle prossime ore, la società si attiverà con lo stesso organo di verifica perché certifichi al Sindaco della città, in modo definitivo ed inoppugnabibile sia le perdite di esercizio che i debiti societari.