Commenta per primo
''Riguardo la proposta del gruppo triestino, non ho notizie concrete. Tra l'altro, sono in attesa di riceverne una copia per esaminarla. In ogni caso, mi è stato riferito ed assicurato che si tratta di una proposta seria'. Il neo presidente del CdA dell'Fc, Maurizio Ferrara, non si sbottona eccessivamente su quella che è la notizia dell'ultimora. Al contempo, però, appare possibilista e pronto a tuffarsi nell'ennesimo tavolo istituzionale di questi mesi: ''Con le Istituzioni, dovremmo incontrarci nelle prossime ore. Aspetto solo la convocazione. Rispetto al passato, oggi, parteciperò come rappresentante dell'Fc'. Quindi, ancora non sono stati fissati orario e luogo di convocazione. ''Mi auguro - sottolinea - che da Trieste sia giunta e giunga una proposta accettabile. Anche perché l'interesse mio e del CdA è quello di dotare il Catanzaro di una proprietà solida e pertanto di una società che al momento è solo in costruzione'. ''Del resto - spiega - il mio è solo un ruolo di garanzia. Mi definisco un commissario straordinario'. ''Di certo - rivela -, a prescindere da come andrà l'incontro odierno, avrei chiesto io la convocazione di un tavolo istituzionale. Il nuovo CdA infatti vuol capire su quali risorse può eventualmente contare per il futuro'. Capitolo squadra. Lo strano ritiro di San Quirico d'Orcia è ormai agli sgoccioli. Entro il 30 è previsto il rompete le righe tra tanti rebus (dall'allenatore alla composizione della rosa). Una volta che le Aquile faranno in ritorno in Calabria, se gli scenari societari non dovessero mutare, Ferrara, dopo i colloqui telefonici dei giorni scorsi, incontrerà Antonio Soda. E ciò per valutare se c'è la possibilità di affidare all'ex attaccante dell'Uesse la guida tecnica per la stagione che è alle porte. Dei 14 elementi sotto contratto verranno sacrificati i giocatori che hanno i contratti più elevati e che hanno mercato. Si potrebbe poi cercare di trattenere elementi ritenuti importanti come Lodi e Di Cuonzo. Ma queste, al momento, sono solo idee.