2

Ha ricevuto una fortissima eco la notizia di un accordo praticamente fatto tra Edinson Cavani e il Psg per la prossima stagione: 63 milioni di euro al Napoli e un contratto da quasi dieci milioni per il giocatore, col club parigino che sarebbe pronto a sfruttare i buoni auspici dell'affare Lavezzi di nemmeno un anno fa. Notizia, questa, che è rimbalzata con forza i tutti i media, ma sulla quale sono piovute smentite. Direttamente dal d.g. parigino Leonardo, e indirettamente dall'entourage di Cavani. In effetti la 'freddezza' sull'ipotesi Psg è suffragata: ieri il Matador ha ribadito al suo agente Pierpaolo Triulzi che non gradisce la soluzione francese. L'ottimismo era dovuto al fatto che gli sceicchi del Psg sono in grado di pagare la clausola in contanti come richiede De Laurentiis.

L'attaccante uruguaiano non ha fretta di concludere, e preferisce aspettare (anche mesi) che il Real Madrid, il Chelsea, o il Manchester City trovino un accordo col Napoli. A tal proposito il club di Florentino Perez avrebbe già approcciato gli agenti del bomber per sondare le intenzioni del Napoli. De Laurentiis, in ogni caso, non accetta sconti: vuole solo i soldi, e tutti, della postilla. Offerta che il Psg farebbe in caso di cessione di Ibrahimovic, ma Cavani in testa ha altro. Piste difficili anche quelle di Madrid e Londra, perché le richieste economiche di De Laurentiis e del bomber di Salto sono notevoli anche per i 'giganti' d'Europa, Trova poco fondamento, invece, la voce Monaco, nata per un discorso di fiscalità vantaggiosa: Cavani neanche ci pensa. Da escludere totalmente il Bayern Monaco, che non prevede nella propria linea societaria spendere 63 milioni per un singolo giocatore.