'La Fiorentina sta vivendo una stagione abbastanza tribolata, con il cambio di allenatore e un mercato di gennaio che ha portato all'avvicendamento di un elemento cardine della squadra come l'attaccante. L'assenza di Amauri ieri sera ha cambiato, a poche ore dalla gara, gli equilibri di una squadra già in difficoltà, e questo ha tolto alla rosa di Delio Rossi anche quelle poche certezze che aveva'. Parte così l'analisi del momento viola, ai microfoni di Radio Rosa, da parte dell'ex attaccante Igor Protti.

'Rossi ha provato a cambiare moduli e giocatori anche nel corso della gara, ma forse l'errore maggiore è stato la ricerca della palla alta - ha aggiunto Protti -. Le difficoltà offensive dei viola dipendono sì dalla carenze di punte, ma anche dal fatto che il gioco non c'è ancora. Nonostante il lavoro settimanale in zona offensiva arrivano pochi palloni, e quindi le colpe degli attaccanti sono limitate. Cerci? Ha sempre giocato in una determinata posizione, trasformarlo in una punta centrale può sembrare un'anomalia, ma ci crede Delio Rossi bisogna crederci tutti. La cessione di Babacar poteva essere fatta prima perché si era già capito che non lo si riteneva pronto per la prima squadra'.