Commenta per primo
Mimmo Di Carlo, allenatore del Cesena, ha parlato dopo il buon pareggio di Genova contro la Sampdoria: "Avevamo solo un modo per fare risultato: lottare insieme e uniti su ogni pallone. Ci siamo riusciti e ringrazio in particolare Succi e Volta che hanno guidato un gruppo fantastico, ringrazio i nostri tifosi che ci hanno sostenuto e sono fantastici. Punto di speranza? Nella testa della squadra voglio mettere il pensare a noi stessi e il giocare a calcio. Basta. Così facendo al 95' abbiamo rischiato di vincere. È vero, ci sono dei limiti, ma cerchiamo di metterci il cuore e la grinta per sopperire. È vero che ci vuole più concretezza, ma lo spirito è giusto. Non posso rimproverare niente alla mia squadra, anche se non siamo stati bravi a concretizzare le nostre 3-4 occasioni avute. Davanti avevamo una squadra con quattro attaccanti di livello sopra la media e non era facile difenderci. Il nostro calendario? Le pressioni le sentiamo quando ci sentiamo obbligati a vincere nelle partite importanti. Io dico ai ragazzi di giocare ovunque con lo stesso spirito, per giocare come sappiamo. Senza pensare ad esami e cose del genere".