11
Emergono continui retroscena in merito alla presunta offerta per la cessione della Sampdoria, ad opera di uno sceicco del Qatar facente parte della ricca famigli Al Thani. L'identità del magnate è ancora un po' nebulosa, eppure nei giorni scorsi si sarebbe tenuta una video call tra il trustee Gianluca Vidal e lo sceicco Kalid Faleh al Thani. Presenti al meeting anche gli advisor di Lazard, l'advisor americano incaricato di trovare l'acquirente, e un procuratore che cura gli interessi dello sceicco in Europa.

Alla riunione hanno partecipato, ovviamente, anche i legali di Vidal, quello del fondo qatariota, socio fondatore di un importante studio di Ginevra, il procuratore dello sceicco la cui identità professionale è stata confermata da uno studio notarile svizzero, e un ex banchiere di una banca araba, attualmente impegnato a sviluppare gli interessi della famiglia al Thani.

Ai margini del summit, scrive l'Ansa, sarebbe stata formalizzata anche la proposta di acquisto, per cui però manca ancora la garanzia bancaria. Senza questi documenti, l'offerta come noto è inoperante, e i termini tecnici di rilascio dovrebbero andare oltre i 7-10 giorni. Quello dello sceicco, come confermato dallo stesso Vidal, non è l'unico gruppo interessato. Sembrerebbero essere impegnate nella trattativa anche due cordate americano-anglofone, che hanno già completato la due diligence, mentre aleggerebbe anche un quarto soggetto, su cui vige il massimo riserbom, che avrebbe formalizzato una manifestazione di interesse.