Commenta per primo
Dopo mesi di smentite, depistaggi e dietrofront, ieri è arrivata una conferma diretta da parte di Massimo Ferrero. Una frase, quella detta nel corso del suo viaggio a Palermo ad un cronista locale, molto diversa rispetto a quelle pronunciate qualche giorno fa durante una trasmissione. "Presidente, venderà la Sampdoria?" ha chiesto un giornalista siciliano. "Ci sto lavorando", è stata l'eloquente risposta del patron, che poi ha parlato del club rosanero. "​C’è un bando e chi avrà maggiore qualità, voglia, passione e serietà lo vincerà" ha detto il Viperetta. "Bisogna riportare questa città e questa squadra dove merita visto che si parla della quinta città d’Italia. Presenteremo il progetto al sindaco Orlando che sono certo farà il bene della città. Ai tifosi del Palermo auguro che vinca il bando qualcuno che ama il calcio, che sa fare calcio e che vuole portare il Palermo nei grandi palchi che la società merita".

Secondo l'edizione genovese de La Repubblica dovrebbe essere ormai quindi soltanto questione di tempo. Ci sarebbero parecchi documenti da far combaciare, dal momento che si sta lavorando alla cessione di una società valutata oltre 100 milioni di euro, che vanta anche un importante patrimonio immobiliare oltre che parecchi lavori in corso e vari assets. Resterebbero poi alcuni ulteriori aspetti tecnici da sistemare, ad esempio le fidejussioni e le modalità di pagamento. 

Una versione questa che combacia anche con quella divulgata dall'Ansa. Secondo l'agenzia, fonti vicine ai magnati Jamie Dinan e Alex Knaster avrebbero rivelato un dettaglio succulento. Ferrero infatti avrebbe già accettato la nuova offerta del gruppo Vialli, e resterebbero da risolvere soltanto alcune questioni legate alle modalità di pagamento.