363
L'Atalanta è stoica, ma cade contro il Real Madrid. A Bergamo, in 10 contro 11 dal quarto d'ora per il rosso, più che dubbio, a Freuler, la squadra di Gasperini cade nel finale, poco prima del 90esimo, per un destro a giro di Mendy che buca un Gollini fin lì perfetto. Così come perfetta era stata la difesa della Dea, con Toloi, Romero e Djimsiti bravi e ben piazzati a fermare gli attacchi delle Merengues decimate dalle tante assenze: fuori, tra gli altri, Sergio Ramos, Carvajal, Benzema, Valverde e Rodrygo.

L'Atalanta impatta bene, esaltandosi all'inizio con le discese degli esterni, ma senza far male a Courtois. Poi il rosso che cambia la partita: bellissima azione del Real, con Mendy che viene atterrato poco prima del limite dell'area da Freuler. Da lì, assedio spagnolo: bravo Gollini a respingere un colpo di testa avversario, poi ci provano Modric, Kroos e Vinicius, ma alla fine è un difensore a decidere il match, con Mendy alla seconda rete nelle ultime 4 partite. La Dea, ora, si giocherà le sue chances al ritorno.