617
Il Barcellona detta legge al Camp Nou e vede la finale di Madrid: 3-0 al Liverpool nella semifinale d'andata di Champions League, risultato che mette i blaugrana in netto vantaggio in vista del ritorno ad Anfield.

La squadra di Valverde parte forte, crea alcune occasioni con Coutinho e reclama un rigore con Messi, poi la sblocca: invenzione di Jordi Alba per Suarez, che in spaccata batte Alisson per il primo gol stagionale in Champions. E' lo schiaffo che sveglia la formazione di Klopp, che da lì prende campo e impensierisce la difesa del Barça con i velocissimi Mané e Salah. Proprio l'egiziano in avvio di ripresa obbliga ter Stegen a un intervento prodigioso per negare il pareggio. Il Barcellona barcolla, il Liverpool dà l'idea di poter riprendere la partita. Poi l'episodio che cambia tutto: pallone in area per Suarez, traversa dell'uruguaiano e il pallone che arriva sul petto di Lionel Messi per il comodo 2-0. Non aveva mai segnato al Liverpool, ma il 1° maggio gli porta bene: nel 2005 la prima rete con il Barça, nel 2019 la rete numero 599. E pochi minuti dopo arriva anche la numero 600: punizione magica da lunghissima distanza, il pallone si insacca sotto l'incrocio dei pali dove Alisson non può proprio arrivare. Gara chiusa? Niente affatto, perché dal calcio d'inizio il Liverpool costruisce subito l'occasione: prima i difensori salvano sulla linea di porta, poi Salah manda sul palo il pallone che poteva garantire ai Reds più margine al ritorno. E all'ultimo il Barça potrebbe anche chiudere i giochi in contropiede, ma Dembelé si divora l'ultima palla gol spedendola tra le braccia di Alisson. Finisce così: 3-0 Barcellona al Camp Nou nel segno di Leo Messi, al Liverpool servirà l'impresa impossibile al ritorno per conquistare la finale di Champions.