91
Un punto conquistato tra mille difficoltà, non senza rimpianti: finisce 1-1 la sfida tra Bruges e Lazio, valida per la seconda giornata dei gironi di Champions, un pareggio che consente alle due squadre di mantenere la vetta del gruppo F a pari merito, con un punto di vantaggio sul Borussia Dortmund.

LA PARTITA - Senza pezzi da novanta come Immobile, Luis Alberto, Leiva, Lazzari, Cataldi, Luiz Felipe, Djavan Aderson, Escalante, Strakosha e Armini, Simone Inzaghi si ritrova con i giocatori contati, ma i biancocelesti partono forte e al 14' passano: Correa prende palla dal limite, libera il sinistro e piazza il pallone nell'angolo basso. Il Bruges di Clement risponde subito e sfiora il pareggio con De Ketelaere. Pari che arriva nel finale di tempo: ingenuità di Patric che abbraccia Rits in area, rigore che Vanaken trasforma mandando pallone da una parte e Reina dall'altra. Nella ripresa sale in cattedra proprio il portiere spagnolo, che chiude la porta in faccia a Dennis e Rits, prima di un clamoroso errore di Sobol a porta vuota. La Lazio non sta a guardare e con Milinkovic costruisce un'ottima occasione: lancio di Acerbi, il centrocampista stoppa ma Mignolet mette il petto sulla sua conclusione. Inzaghi si gioca il giovane Czyz, al debutto, ma non basta: finisce così, 1-1 per una Lazio priva di tanti titolari.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER L'APPROFONDIMENTO DI 100° MINUTO DI LUCA CAPRIOTTI