40
Il Napoli non va oltre l'1-1 in casa contro il Salisburgo e non stacca il pass per gli ottavi di finale di Champions League. L'Inter si fa rimontare due gol dal Borussia Dortmund e perde 3-2 in Germania, ora è terza nel girone a 4 punti, a tre lunghezze dal Dortmund (secondo). Andiamo con ordine: con che risultati si qualificherebbero agli ottavi di finale Napoli e Inter? 

INTER
- La squadra di Antonio Conte dopo 4 partite è terza nel girone di Champions League con 4 punti. Dietro lo Slavia Praga a 2 punti; davanti Borussia Dortmund a 7 e Barcellona a 8. L'Inter dovrà ancora affrontare lo Slavia Praga in trasferta (27 novembre) e il Barcellona a San Siro (10 dicembre). Grazie al 2-0 contro il Dortmund dell'andata, l'Inter è avanti negli scontri diretti coi tedeschi. In caso di arrivo a pari punti al termine del girone, si qualificherebbero dunque i nerazzurri agli ottavi di finale. L'Inter si qualifica sicuramente agli ottavi se fa due vittorie contro Slavia Praga e Barcellona, a prescindere dai risultati delle altre (o supera il Barcellona o il Dortmund). Con un pareggio contro lo Slavia Praga, l'Inter resterebbe ancora in corsa per un posto agli ottavi a prescindere dal risultato di Barcellona e Dortmund. Con una sconfitta contro lo Slavia Praga, l'Inter sarebbe all'ultimo posto nel girone a 4 punti, con i cechi davanti a 5, poi Dortmund e Barcellona e i nerazzurri resterebbero in corsa solo ed esclusivamente se vincessero i blaugrana. Con una vittoria contro lo Slavia Praga, l'Inter avrebbe il destino nelle proprie mani all'ultima in casa col Barcellona. Con un successo, sarebbe aritmeticamente agli ottavi. In caso di vittoria a Praga e di pareggio con il Barcellona, solo un Borussia da un punto in due gare potrebbe salvare la squadra di Conte.

NAPOLI - Con una vittoria, il Napoli avrebbe chiuso il discorso qualificazione. Invece no, è tutto rimandato alle prossime due gare. Di fronte la squadra di Ancelotti avrà il Liverpool ad Anfield (27 novembre) e il Genk al San Paolo (10 dicembre). La classifica al momento recita Liverpool a 9, Napoli a 8, Salisburgo a 4 e Genk a 1 dopo quattro giornate. Al Napoli servono almeno due punti fra Liverpool (in trasferta) e Genk (in casa) in caso di doppio successo del Salisburgo nelle ultime due giornate. Ma non è tutto. La squadra di Ancelotti accede agli ottavi di finale già nella prossima giornata se il Salisburgo perde o pareggia contro il Genk. A prescindere dal proprio risultato contro il Liverpool, il Napoli sarebbe qualificato per i 3 punti di distacco sugli austriaci (in caso di pareggio) o 4 in caso di vittoria dei belgi. Con una vittoria del Salisburgo contro il Genk, invece, il Napoli resta avanti agli austriaci a prescindere dal risultato contro il Liverpool: vuol dire che la qualificazione la squadra di Ancelotti se la  giocherebbe all'ultima in casa contro il Genk. Il Napoli ha il destino nelle proprie mani, basta ottenere una vittoria in due partite, che sia contro Liverpool o Genk.