129
Non solo il debutto di Inter e Milan, in questo mercoledì di Champions League si giocano altre sei gare. A partire dalle 18.45 con il gruppo D, quello dei nerazzurri. Lo Shakhtar Donetsk va in Moldavia per far visita allo Sheriff Tiraspol, ma l'esordio di De Zerbi in Champions è amaro: 2-0 per i padroni di casa, Traoré sblocca dopo un quarto d'ora e Yansane, entrato dalla panchina, raddoppia nella ripresa.

Stesso orario per la prima sfida del gruppo C, con il Borussia Dortmund impegnato sul campo del Besiktas: successo per i gialloneri che confezionano i tre punti nella prima frazione con Bellingham, bravo a chiudere una bell'azione, e Haaland, che raccoglie l'assist proprio di Bellingham e si riscatta dopo un clamoroso errore sotto porta. A nulla vale il gol nei minuti di recupero di Montero, che fissa il risultato sul definitivo 1-2.

Alle 21 le altre gare, per chiudere il gruppo C a Lisbona si affrontano Sporting e Ajax: goleada degli olandesi che vincono 5-1 grazie a uno scatenato Haller, autore di ben quattro reti.

Nel gruppo B, quello del Milan, l'Atletico Madrid comincia il suo cammino europeo affrontano il Porto al Wanda Metropolitano: solo 0-0, con i Dragoes che si vedono annullare un gol a Taremi e chiudono in dieci per l'espulsione nel finale di Mbemba.

Fari puntati sul gruppo A, in campo i giganti: il Manchester City di Guardiola travolge 6-3 l'RB Lipsia, a segno anche Grealish e tripletta di Nkunku per i tedeschi, mentre il PSG che per la prima volta schiera l'attacco Messi-Mbappé-Neymar (Donnarumma in panchina, gioca Navas) non va oltre l'1-1 in casa del Bruges: segna Herrera su assist di Mbappé (che lascia il campo per infortunio al 51'), ma già prima dell'intervallo pareggia Vanaken. Un legno e un cartellino giallo per Messi.