806
L'ultimo quarto di finale di Champions League riserva un'altra grande sorpresa: fuori il Manchester City di Guardiola, dopo aver eliminato la Juventus agli ottavi il Lione vince ancora 3-1 e conquista la semifinale contro il Bayern Monaco.

LA PARTITA - Primo tempo con qualche acuto dei Citizens, schierati con un inedito 3-5-2 a specchio, ma a passare al 24' è la squadra di Rudi Garcia: Ekambi viene fermato al limite dell'area, il pallone arriva a Cornet che vede Ederson fuori dai pali e la piazza dalla lunghissima distanza. Il City prova la reazione ma sbatte sui guantoni di Anthony Lopes, perfetto su Gundogan prima, poi Rodri e Sterling. E' il preludio a una ripresa che vede la formazione di Guardiola in forcing netto, fino al pareggio che arriva al 69': Mahrez lungo per Sterling, assist a rimorchio per De Bruyne che piazza nell'angolo basso. Il Lione barcolla e sembra poter cedere, ma al 79' l'episodio che svolta la gara: imbucata di Aouar, Ekambi in fuorigioco lascia sfilare per Dembele che a tu per tu con Ederson non sbaglia. Proteste City, ma il VAR convalida. Il City reagisce, ma viene tradito da uno dei suoi uomini più rappresentativi: Sterling si divora all 87' il pareggio a porta vuota, sul ribaltamento dell'azione Dembele raccoglie una respinta corta di Ederson e chiude i conti con il 3-1 finale. Impresa Lione e gioia Garcia (che conquista la sua prima semifinale di Champions), incubo per il City e Guardiola, out ancora una volta ai quarti di finale.