46
Niente impresa. Al Real Madrid, sconfitto 2-1 all'andata in casa, non riesce il miracolo. Gli spagnoli salutano la Champions League agli ottavi di finale per il secondo anno consecutivo: dopo l'Ajax nel 2019, è il Manchester City a mandare ko i Blancos. Pronti-via e le Merengues la combinano grossa: al 9' Varane si fa rubare il pallone in area da Gabriel Jesus, bravo a servire Sterling, che a porta vuota deposita la palla alle spalle di Courtois. I Blancos faticano a reagire, ma si affidano a Benzema: il francese sfiora il gol al 21' con una bella girata e trova il pareggio al 27' con un colpo di testa da vero bomber. Al 42' grandissima chance per i padroni di casa, con un tiro di Foden dal limite dell'area: palla fuori di pochissimo. 

Nella ripresa sono ancora gli inglesi a dettare i ritmi del match: i Citizens vanno a una velocità decisamente superiore, Gabriel Jesus sfiora il raddoppio con una bella girata in area, ma Courtois si fa trovare pronto. Al 68' il gol che chiude il match. Nuovo pasticcio di Varane, che cerca un retropassaggio di testa: prima di Courtois arriva Gabriel Jesus, che con un colpo sotto firma il 2-1. Zidane inserisce Vazquez, Valverde e Jovic, Guardiola risponde con David Silva. Proprio lo spagnolo, obiettivo di mercato della Lazio, va vicino al tris su calcio di punizione. È l'ultima emozione del match: al Real non riesce il miracolo, il City approda ai quarti di finale dove troverà il Lione.