210
E' l'RB Lipsia di Nagelsmann la seconda semifinalista della Champions League: i tedeschi superano 2-1 l'Atletico Madrid di Simeone (per la prima volta ko nella fase a eliminazione diretta da una squadra che non annoveri Cristiano Ronaldo tra le sue fila) grazie alle reti di Dani Olmo e Tyler Adams e conquistano l'accesso al prossimo turno, dove affronteranno il PSG che ha battuto l'Atalanta.

LA PARTITA - Nel primo tempo il Lipsia, pur orfano di Timo Werner ceduto al Chelsea, guida il gioco e l'Atletico copre, le occasioni latitano se non per una conclusione di Carrasco deviata da Gulacsi e una risposta di Sabitzer. Paura per lo scontro aereo tra Halstenberg e Savic, entrambi rimediano un duro colpo alla testa ma rientrano con vistose fasciature. Nella ripresa, il forcing premia i tedeschi: Sabitzer va via sulla destra, dentro per Dani Olmo che di testa incrocia e trafigge Oblak. I Colchoneros barcollano ma non mollano, entra Joao Felix e la sfida svolta. Il portoghese delizia e al 71' conquista un calcio di rigore per fallo di Klostermann (ammonito, l'Atletico invoca il rosso) e lo trasforma. La squadra di Simeone prende campo e macina gioco, ma all'88' il Lipsia sfrutta la prima ripartenza ben fatta: apertura di Sabitzer a sinistra per Angelino, di prima per Tyler Adams che arriva a rimorchio al limite dell'area, lo statunitense calcia trovando la deviazione di un difensore che beffa definitivamente Oblak. A nulla valgono gli assalti finali dell'Atletico, finisce così: impresa Nagelsmann, il Lipsia vola in semifinale.