22
Il derby d'Italia è una delle partite più importanti del Belpaese: tra Juventus e Inter si è infatti creata una rivalità storica sin dalla notte dei tempi, visto che con oltre 200 incontri ufficiali disputati è la gara più volte andata in scena nel panorama calcistico italiano. Non si tratta di un vero e proprio derby, ma fino a qualche anno fa era la sfida tra le uniche due squadre italiane a non essere mai retrocesse in Serie B: due fra le squadre più sostenute, titolate e con maggior tradizione sportiva, oltre che col maggior fatturato e valore borsistico della Nazione. Domenica sera bianconeri e nerazzurri si ritroveranno ancora una volta, nella cornice dello Juventus Stadium, per l'ennesima puntata di una sfida senza tempo. Per la speciale edizione del "Che fine ha fatto?" dedicata alle sfide tra Juve e Inter a Torino, siamo andati a ripescare i protagonisti di tutte le vittorie nerazzurre in Piemonte. E le sorprese non mancano: 


1910/1911 Torino, campo di Corso Sebastopoli: Juve-Inter 0-2 (autorete, Gama)

Achille Gama, tra i fondatori dell'Inter, ha segnato la prima rete della storia nerazzurra, contro il Milan nella gara d'esordio della squadra appena costituita, nel 1909, ma è stato anche dirigente accompagnatore della squadra milanese e poi arbitro. E' deceduto negli anni '60.


1911/1912 Torino, campo di Corso Sebastopoli: Juve-Inter 0-4 (2 Aebi, Bontadini, Engler)

Ermanno Aebi, italo-svizzero, primo oriundo a vestire la maglia dell'Italia, a fine carriera divenne arbitro. E' morto nel 1976

Franco Bontadini: uno dei primi calciatori a militare nel Milan e poi nell'Inter. Di lui si ricorda un episodio particolare: pur di partire coi compagni allo scoppio della prima guerra mondiale, non dichiarò di essere medico. Morì a cinquant'anni, suicida.

Oscar Engler: primo calciatore svizzero a militare nell'Inter, è deceduto negli anni '50.



1920/21 Torino, campo di Corso Marsiglia: Juve-Inter 0-1 (Aebi)


1926/1927 Torino, campo di Corso Marsiglia: Juve-Inter 1-3 (2 Rivolta, Giustacchini)

Enrico Rivolta: insofferente alle regole, spirito libero fino all'eccesso, ha militato anche nel Milan. Uno dei primi "bad boy" del calcio, è morto negli anni '70.

Giuseppe Giustacchini: deceduto negli anni '70.


1929/1930 Torino, campo di Corso Marsiglia: Juve-Inter 0-2 (Meazza, Visentin)

Giuseppe Meazza, calciatore e allenatore di calcio, considerato da molti esperti il più grande giocatore italiano di tutti i tempi, fu campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1934 e nel 1938. Ritiratosi dal calcio giocato, divenne giornalista e allenatore, e alla sua morte gli venne dedicato lo stadio di Milano.

Gino Visentin: terzo di tre fratelli calciatori, è morto negli anni '70.


1948/49 Torino, Stadio Comunale: Juve-Inter 0-1 (Amadei)

Amadeo Amadei: calciatore e poi allenatore, è stato il centravanti del primo scudetto della Roma. Soprannominato "il Fornaretto" per le sue origini: era infatti figlio di una famiglia di fornai di Frascati, attività che Amadei tornò a riprendere con molto successo a fine carriera. È il più giovane giocatore di sempre ad aver segnato in Serie A ed è stato, fino all'esordio di quest'anno di Pellegri, il più giovane, a 15 anni e 280 giorni, ad avere esordito in Serie A


1950/51 Torino, Stadio Comunale: Juve-Inter 0-1 (2 Nyers)

Istvan Nyers: è ricordato per la vita che conduceva fuori dal campo. In un libro dedicato all'Inter, si legge: "bastava chiamarlo Grande Etienne oppure Enfant terrible che lui si galvanizzava e al tavolo del poker si faceva pelare a causa dei suoi continui azzardi". È morto a Subotica, in Serbia, nel 2005: ha vissuto gli ultimi anni della sua vita in uno stato di solitudine e povertà.


1960/1961 Torino, Stadio Comunale: Juve-Inter 2-4 (Hitchens, Suarez, 2 Bettini)

Gerry Hitchens: uno dei primi britannici a militare in Italia, gioca anche per Torino, Atalanta e Cagliari, prima di una parentesi nel campionato nordamericano. E' tuttora l'inglese con più presenze e più reti in Serie A.

Luis Suarez: primo pallone d'Oro dell'Inter, dopo il ritiro è stato anche allenatore dei nerazzurri. Vive ancora in Italia e fa il commentatore televisivo.

Lorenzo Bettini: ritiratosi dal calcio ritornò in provincia di Brescia, dove gestì un distributore di carburante fino alla morte, che lo colse a 77 anni nel 2008.


1962/1963 Torino, Stadio Comunale: Juve-Inter 0-1 (Mazzola)

Sandro Mazzola: dopo il ritiro, diventa dirigente prima dell'Inter e poi del Torino.


1964/65 Torino, Stadio Comunale: Juve-Inter 0-2 (Suarez, Gori)

Sergio Gori: sarà l'erede di Riva al Cagliari. 


1982/1983 Juve-Inter 0-2 (vinta a tavolino)


1992/93 Juve-Inter 0-2 (Sosa, Shalimov)

Ruben Sosa: collaboratore tecnico del Nacional, in Uruguay.

Igor Shalimov: LEGGI QUI


2003/2004 Juve-Inter 1-3 (2 Cruz, Martins)

Julio Cruz: ha deciso di intraprendere un percorso molto importante nel mondo della politica, si è infatti candidato a sindaco per la città di Lomas de Zamora, in Argentina.

Obafemi Martins: gioca in Cina, nello Shanghai Shenhua.


2012/2013 Juve-Inter 1-3 (2 Milito, Palacio)

Diego Milito: si è ritirato nel novembre dello scorso anno.

Rodrigo Palacio: gioca ancora nell'Inter.


@AleDigio89