Non vogliono che si giochi la Supercoppa italiana a Jeddah, e magari poi vanno a fare le vacanze a Dubai.
Quanto a moralismo, in Italia siamo tra i primi della classe, tra politici - sempre in prima fila appena annusano la possibilità di strumentalizzare un evento - intellettuali, editorialisti, buonisti ad oltranza, falsi perbenisti (come dice il Papa: disprezzano gli altri, però la domenica te li ritrovi in chiesa), manipolatori dei social network, e quant'altri.

Prima di tutto, ci tengo a sgombrare il campo da qualsiasi tipo di fraintendimento: con chi vieta il pluralismo delle idee, discrimina le donne e nega i diritti umani, tortura e uccide le persone, non ci può essere dialogo. Men che meno ci si fanno affari, per quanto possano essere redditizi.

Bisogna avere la forza di dire no.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM