4
José Mourinho, manager del Chelsea, parla di Momo Salah a ESPN Brazil: "Penso che tutto ciò abbia sorpreso anche lui. Ma è un grande giocatore che ha raggiunto la maturità e si è adattato perfettamente agli schemi dell'allenatore. La gente dice che io sono colui che ha ceduto Salah, ma in realtà è avvenuto l'opposto. Io sono quello che ha preso Salah, quello che ha detto al Chelsea di acquistarlo. Era all'epoca un ragazzino, non era pronto né fisicamente né mentalmente e anche a livello sociale e culturale doveva adattarsi. Abbiamo deciso di darlo in prestito e lui aveva chiesto lo stesso perché voleva giocare, maturare. Lo abbiamo prestato alla Fiorentina dove ha cominciato a maturare. È il Chelsea poi che ha deciso di cederlo, dire che sono stato io a mandarlo via è una bugia. Io l'ho acquistato, io ero quello d'accordo a mandarlo in prestito. Anche perché al Chelsea le ali non mancavano, cerano giocatori del calibro di Willian e Hazard che erano a un livello differente. La decisione di prestarlo è stata presa collettivamente ma quella di cederlo per reinvestire i soldi in un altro giocatore non è stata una mia volontà. Ma anche se lo fosse tutti noi nel calcio commettiamo spesso errori. Ci sono giocatori che hanno una crescita che non ti aspetti, altri invece non raggiungono un livello che pensavi. Per cui non penso che questo sia stato un errore ma parte del gioco".