Devastante. Illuminante. Sembra aver ripreso un discorso interrotto due anni fa, quando vinse il premio come miglior giocatore dell'Europeo Under 21, conquistato a suon di tunnel, giocate vincenti e passaggi che riempiono gli occhio. Dani Ceballos non sembra aver subito due anni passati in naftalina al Real Madrid: fuori dai piani di Zidane prima, rilanciato da Lopetegui e Solari poi, finito di nuovo in soffitta con Zizou, ha rischiato di rovinare la festa del'Italia all'esordio nell'Europeo Under 21 casalingo con la sua Spagna. 

UBRIACANTE - Un gol bellissimo. Barella gli concede il destro, lui non ci pensa due volte: schiaffo al pallone e 1-0. Esultanza, alla bandierina, che zittisce il Dall'Ara. E non finisce qui: altro dribbling ubriacante subito dopo, in area, che mette paura, col pallone che passa, crossato dal 10 iberico, senza trovare fortuna. E fino alla fine, sotto 2-1, sotto 3-1, viene circondato da Mandragora e compagni perché è il pericolo numero 1: si ha sempre la sensazione che possa creare qualcosa di magico. Per gli altri. 

E' sul mercato. Zidane non lo vuole, lo ha lasciato spesso e volentieri fuori dai convocati. "Venghino, signori venghino", pensa Florentino Perez, che aspetta l'offerta giusta. In Italia ci ha pensato il Milan in passato. Dovrebbe farlo per il futuro: per il calcio di Giampaolo sarebbe perfetto. Come per quello di Sarri, come per quello di Ancelotti: tecnica, inserimenti, gol. Chi lo prende, fa un affare. Il Tottenham ci sta pensando: c'è bisogno di forze fresche in mezzo al campo, e con un Eriksen in uscita può esserci un Dani Ceballos in entrata. Ma anche il Napoli, che nel suo allenatore un grande estimatore del classe '96. Che ha fatto vedere una certa intesa con il napoletano Fabian Ruiz. Prezzo? Non meno di 30 milioni di euro. Pochi, se fa quello che si è visto a Bologna. "Non voglio passare un altro anno in panchina" le sue parole al termine della stagione. E, del resto, come si fa a tenerlo fuori? 

@AngeTaglieri88