49
"Chiesa? Siamo sempre stati chiari nelle risposte su Federico, siamo felici di lui. Io vorrei che Chiesa diventi il futuro della Fiorentina, poi bisogna vedere cosa vuole fare lui". Il direttore sportivo Daniele Pradé è stato tanto chiaro quanto diretto nel chiudere il discorso sul rinnovo del classe 1997 che, invece, continua a non dare risposte certe né al club viola né alle squadre che stanno pensando a lui come grande colpo per il futuro e in particolare Inter e Juventus. 

IL DUELLO... - Proprio Inter e Juventus, già in lotta per lo scudetto si stanno dando battaglia anche per l'acquisto dell'attaccante italiano. Già in estate il ds bianconero Fabio Paratici ha fatto un tentativo salvo scontrarsi con il no secco promesso e mantenuto alla piazza dal neo-presidente Rocco Commisso. In questa stagione Montella lo ha trasformato da esterno puro in seconda punta e anche la nuova collocazione tattica stuzzica ancor più l'ad nerazzurro Beppe Marotta che in vista della prossima estate lo vede come colpo centrale per rinforzare l'attacco accanto a Lukaku e Lautaro. 

...PUO' SOLO DANNEGGIARLO - Un duello a suon di mosse e contromosse, di dichiarazioni a mezzo stampa e di chiacchierate e promesse con il suo entourage. Uno scontro che però, chiunque lo vinca, può soltanto danneggiare Chiesa che si ritroverebbe da un lato, in caso di sì alla Juve, odiato dalla piazza viola e chiuso in una squadra dove non sarebbe protagonista, dall'altro, in caso di sì all'Inter, caricato di enorme responsabilità in quanto nuovo simbolo della rivalità coi bianconeri in una squadra dove non poter sbagliare. Qualunque sia la scelta Chiesa rischia soltanto di perderci e se la scelta giusta fosse quella di non scegliere né i nerazzurri né i bianconeri?