Commenta per primo

Un lampo di Rigoni scaccia la crisi del Chievo. La Fiorentina sprofonda nel crepuscolo del 'Bentegodi'. La sfida tra Di Carlo e Mihajlovic, allenatori alla caccia di una vittoria tonificante, viene vinta dal primo, grazie ad una partita tutta cuore e spirito. Il primo tempo non regala grandi emozioni, a causa forse della troppa tensione avvertita dalle due squadre. L'incontro sale d’intensità nella seconda parte. A partire dal 55' il Chievo inizia a premere sull'acceleratore. Un diagonale di Moscardelli al 60' finisce fuori di poco. Due minuti dopo lo stesso attaccante non centra il bersaglio davvero per questione di centimetri. La partita si decide al 65' quando un gioco di rimpalli consente a Rigoni di superare Boruc in uscita e depositare comodamente in rete la palla che vale la vittoria. A congelare la partita Stefano Sorrentino, che salva da campione su un colpo di testa ravvicinato di Gamberini al 70’. Nel finale traversa clamorosa di Hetemaj.

CHIEVO

Il centrocampista del Chievo, Luca Rigoni: 'Venivamo da tre sconfitte, era fondamentale oggi portare a casa i tre punti. E' stata la vittoria di tutta la squadra, non solo la mia per il mio primo gol di questa stagione. Però me lo sentivo da tempo che avrei segnato, e sono contento sia successo in un'occasione così importante. Siamo stati bravi a chiudere alla fine, anche perché i viola hanno avuto un paio di occasioni in cui avrebbero potuto farci male. Da una settimana i giornali ci martellavano e ci davano per morti. Noi invece abbiamo dimostrato che siamo vivi e che ci siamo'.

FIORENTINA

L'attaccante della Fiorentina, Stevan Jovetic: 'Le abbiamo provate tutte, abbiamo però trovato un campo pesante e un Chievo che si difendeva bene. Nel secondo tempo abbiamo avuto delle occasioni ma purtroppo non le abbiamo sfruttate. La squadra però ha provato a crederci fino in fondo, e comunque c'è stata reazione. Non era facile contro questo Chievo, anche loro avevano una gran voglia di vincere. Non dobbiamo mollare, adesso c'è la sosta ed abbiamo la possibilità di analizzare ciò che non ha funzionato per ripartire'.