Commenta per primo

Ai microfoni di Radio Sportiva, il giorno dopo Chievo-Juventus, è intervenuto Santiago Morero, calciatore della formazione veronese.

Sulla gara con la Juventus: "Abbiamo fatto la nostra partita, mettendo in difficoltà una grande squadra che sta giocando un gran calcio e che sta guidando la classifica. Avremmo anche potuto vincere, peccato per qualche episodio arbitrale".

Chievo ammazza grandi: "La Juventus sicuramente è una delle squadre più forti. In questo momento con l´Udinese è la squadra più in forma, con un passo migliore delle altre. Abbiamo vinto col Napoli, che però aveva tanti assenti e non so se forse nella sua serata migliore. Sicuramente la Juve è più forte delle passate stagioni. Il campionato è appena iniziato, è presto. Le valutazioni le faremo dopo il girone d´andata. Se avremo quasi trenta punti magari penseremo a qualcosa di più rispetto alla salvezza ma c´è ancora tanta strada da fare".

Sul suo infortunio: "Mi è dispiaciuto uscire, ma dopo aver preso una botta non riuscivo a stare in campo. Non potevo correre ed era giusto uscire. Mi dispiace perché forse il mister voleva fare altri cambi ma non potevo proprio continuare".

Sugli errori arbitrali di ieri: "Penso che il gol di Thereu fosse regolare, non ho visto nessun fallo. L´arbitro ha fischiato in ritardo e fa le sue valutazioni ma io non ho visto niente di irregolare. Il rigore su Pellissier? Quello ci può stare, è una decisione difficile, ma il gol annullato proprio non l´ho capito".

Conte ha detto che va penalizzato chi fa troppi falli: "Rispondo che noi abbiamo avuto sette ammoniti, loro uno. Basta questo dato. Non mi pare che il Chievo abbia giocato sporco, o scorretto. Quello che ha detto Conte ieri mi pare abbia poco senso. Ognuno poi dice e pensa quello che vuole, ma non penso sia così".