7

Un gol di Luca Toni (il 16esimo in campionato) decide il derby di Verona tra Chievo ed Hellas, che apre la 32esima giornata di campionato in Serie A. Eppure i padroni di casa erano affamati di punti utili nella corsa verso la salvezza. A disposizione di Corini c'è anche il difensore francese Frey, al quale è stata tolta la squalifica di tre turni precedentemente assegnatagli con la prova tv per la reazione su Balotelli. All'andata decise un gol segnato nei minuti di recupero da Lazarevic, che parte ancora dalla panchina con Thereau, reduce dal rigore sbagliato a San Siro contro il Milan. Dall'altra parte Mandorlini sceglie il brasiliano Marquinho, arrivato nel mercato di gennaio dalla Roma, per completare il tridente con Toni e Iturbe

PRIMO TEMPO - La prima vera occasione da gol arriva al 26', quando Agazzi effettua una grande parata sul colpo di testa di Toni, imbeccato da un bel cross di Romulo. A fine primo tempo Hallfredsson colpisce l'incrocio dei pali con un gran sinistro dalla lunga distanza a portiere battuto, poi Sardo entra al posto dell'infortunato Dramé

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un'altra occasione per l'Hellas: Iturbe si presenta a tu per tu con Agazzi, che in uscita è bravo a chiudergli lo specchio della porta. Il portiere del Chievo si ripete poco dopo, quando respinge prima un bel tiro dal limite di Romulo e poi una conclusione da distanza ravvicinata di Toni su assist in contropiede di Iturbe, che a sua volta scocca un gran sinistro da fuori deviato in angolo dal solito Agazzi. A mezzora dal novantesimo Corini si gioca la carta Thereau al posto di uno spento Obinna. Al 65' il Verona passa meritatamente in vantaggio grazie a una zampata in area di Toni dopo un rimpallo con Dainelli. Il Chievo termina i cambi inserendo un attaccante (Pellissier) per un centrocampista (Guarente), ma la reazione è tutta in un paio di tiri da fuori di Sardo. Mandorlini risponde con Marques, Donati e Sala per Marquinho, Romulo e Hallfredsson. Nel finale Thereau sfiora il pareggio con un bel tiro al volo dal limite.

Sabato sera si gioca l'altro anticipo Inter-Bologna a San Siro. Domenica all'ora di pranzo la Lazio ospita all'Olimpico la Sampdoria senza lo squalificato Mihajlovic, grande ex di turno. Nel pomeriggio la Roma gioca a Cagliari e il Torino a Catania, mentre l'Atalanta riceve il Sassuolo e la Fiorentina l'Udinese. Domenica sera c'è Parma-Napoli, lunedì i posticipi Juve-Livorno e Genoa-Milan. ​