Commenta per primo

Nessuno ne parla più. Ma il vero colpo di mercato del Chievo potrebbe essere Luciano. Già, proprio lui: il brasiliano senza fine. Un altro anno in gialloblù. Ormai l'undicesimo. E una corsa contro il tempo che non si può arrestare. 'Lucio' è alle prese con un risentimento muscolare che lo ha tolto presto dal campo. Ritornerà. Molto presto. Magari già alla ripresa contro la Juve. Quasi sicuramente per l'Inter. Sfida dei ricordi per lui, che in nerazzurro ha vissuto sei mesi in chiaroscuro.

Di Carlo è sicuro nel dire che 'quando Luciano c'è, gioca'. Troppo importante per la squadra. Il brasiliano dispone di caratteristiche uniche. Sa accelerare, sa saltare l'uomo con facilità. Nella mediana di oggi fatta di faticatori e onesti pedalatori solo lui può portare grande fantasia. Oddio, c'è pure Cruzado. Ma il peruviano è ancora in ritardo sulla tabella di marcia. Tornerà utile tra qualche tempo.

Luciano, invece, è l'essenza del Chievo. Conosce dinamiche, pregi e difetti della squadra che lo ha preso (quasi) ragazzo e lo ha fatto uomo. Le primavere sono ormai 36, ma se regge sul piano fisico il giocatore potrebbe davvero far elevare di un paio di scatti il livello di imprevedibilità della squadra di Di Carlo. Lo aspettano tutti. Lui si dice quasi pronto. Chievo, in passato, si è infiammata con le giocate senza gravità della pantera nera. Ancora esuberante, ancora pronta a ghermire la preda.