120
È partito il Raiola Mistery Tour. Mistery, come quello dei Beatles nel ’67, perché in tanti ipotizzano su cosa sia andato a fare a Torino, e poi a Milano, ma quasi nessuno sa che cosa abbia effettivamente fatto. Perché Mino è scaltro, sa muoversi e depista i giornalisti. Se li incrocia gli butta lì due fregnacce, ma più di quelle non dice. Dopodiché partono le illazioni, o si cerca di carpire qualche indiscrezione all’interno dei club. 

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM