Il ritorno di Zinedine Zidane al Real Madrid rischia di rappresentare una doppia beffa per la Juventus. L'allenatore francese era stato individuato dal presidente Andrea Agnelli come il sostituto ideale di Massimiliano Allegri in caso di addio al tecnico livornese e qualche contatto tra le parti era già stato avviato. Un sogno sfumato con la chiamata di Florentino Perez, che ha riportato Zizou alla Casa Blanca e ora può provare a strappare ai bianconeri anche Cristiano Ronaldo.

'VEDREMO PER L'ANNO PROSSIMO' - Durante la sua conferenza stampa di presentazione, Zidane ha infatti risposto così a una domanda sul possibile ritorno di CR7 nella capitale spagnola: "​Non è l'argomento di oggi. Adesso ci sono 11 partite a cui pensare, vedremo per il prossimo anno. Sappiamo tutti quello che è stato Cristiano qui, è la storia di questo club. È stato uno dei migliori, ma ora non è il momento di parlare di lui".