Commenta per primo
Allo stadio Atleti Azzurri d'Italia l'Atalanta torna alla vittoria contro il Chievo, sul quale si impone per 2-1: le redini del match son sempre state nelle mani della squadra di casa, brava a andare in vantaggio e, al tempo stesso, frivola nel concedere il pareggio agli avversari e poco concreta in fase offensiva. Al 21' la truppa orobica passa in vantaggio: Frey discosta con la 'capoccia', giunge nei pressi dell'area Carmona, il cui tiro è micidiale per Agazzi. Al 33' ancora Paloschi, servito da Hetemaj, ma Consigli c'è e rimanda al mittente. Sul finire della prima frazione Thereau in agguato, ma Guglielmo Stendardo, in scivolata, difende bene la posizione. Nella ripresa Cesar viene mandato negli spogliatoi per doppia ammonizione e i veneti, nonostante ciò, annullano il tabellino: Rubin calcia la punizione, Dainelli conclude di testa in modo vincente. Alle ultime battute, per l'esattezza all'86', ecco i bergamaschi che ribaltano il risultato: Denis all'indietro per Cigarini, il cui rasoterra non lascia via di scampo e mette il sigillo sui tre punti.

ATALANTA

Il difensore dell'Atalanta, Guglielmo Stendardo: 'Quella di oggi si è rivelata una vittoria importante dal momento che allunga ulteriormente la classifica e ci permette di rifiatare dalle nostre inseguitrici che comunque sia sono ancora da temere: il campionato non è ancora finito e dobbiamo mantenere alta la concentrazione. Nei primi minuti di gioco la divisa dell'arbitro, avendo i nostri medesimi colori, ci ha causato qualche problema, ma alla fine tutto è andato per il meglio. E' stato un successo meritato anche se ci siamo complicati la vita con il loro pareggio e non riuscendo a mettere in atto, con l'espulsione di Cesar, il goal della vittoria, che poi è arrivato all'ultimo con Cigarini. Il caso Livaja? Non è un caso e la società ha fatto una scelta educativa e non repressiva: aspettiamo tutti il suo ritorno in gruppo'.
CHIEVO

Il centrocampista del Chievo, Perparim Hetemaj: 'Abbiamo perso contro una nostra diretta concorrente alla salvezza e sapevamo essere un avversario alquanto ostico. Ci dispiace, soprattutto se pensiamo che anche in dieci uomini eravamo riusciti ad agguantare il pareggio, un punto che ci avrebbe fatto comodo. Lo schema a rombo proposto dal mister? Credo che sia una buona soluzione perchè siamo riusciti a creare qualche occasione buona, dobbiamo continuare a lavorare, puntare su di noi, sui risultati delle altre squadre, e solo a fine campionato potremo dire di essere salvi. Sull'arbitro? Non ho nulla da dire dal momento che, sull'operato arbitrale, non mi espongo mai'.