Commenta per primo

Brescia e Lanciano si dividono la posta in palio nella prima giornata del campionato cadetto. Doppio Caracciolo non basta alla formazione di Marco Giampaolo per avere la meglio di un buon Lanciano. Paghera e Plasmati siglano le due reti dei rossoneri che fissano il punteggio sul 2-2 finale. Pronti via e Caracciolo segna il primo dei due gol personali. Percussione centrale nelle larghe maglie della difesa ospite e tocco morbido a 'cucchiaio' a scavalcare il portiere. E' il 4'. A rimettere in parità la gara ci pensa l'ex di turno, Fabrizio Paghera. Al 31' difesa bresciana ferma su un calcio di punizione battuto velocemente con il centrocampista ad indovinare l'angolino giusto per battere Cragno. Nella ripresa cala il ritmo della sfida, complice anche il terreno reso pesante da un nubifragio abbattutosi sullo stadio pochi minuti prima della partita. Ad accendere l'entusiasmo della gente ci pensa ancora Caracciolo al 79'. Perfetta la scelta di tempo e l'incornata dell'attaccante milanese. Ma nel finale arriva il pareggio del Lanciano. A firmarlo è il neo entrato Plasmati. Errore di piazzamento della difesa sugli sviluppi di una ennesima punizione con il bomber bravo a trovare la deviazione vincente. Termina 2-2 con un punto a testa.

BRESCIA

Il presidente del Brescia, Gino Corioni: 'Due disattenzioni ci sono costate i gol del Lanciano. Speriamo di non ripeterli in futuro e fare scuola. Dopo i nostri gol ci siamo addormentati e così non va bene. Cosa mi è piaciuto? Solo Caracciolo'.

Il centrocampista del Brescia, Alessandro Budel: 'Una squadra che vuole vincere non può permettersi di commettere due ingenuità come sui due gol del Lanciano. Dobbiamo migliorare in fretta perchè queste partite sono occasioni sprecate anche se si tratta della prima di campionato. C'è tanto da migliorare'.

LANCIANO

Il centrocampista del Lanciano, Fabrizio Paghera: 'Sul gol non me la sono sentita d'esultare. In curva avevo amici e tifosi che mi vogliono bene. Peccato per il pareggio, il Lanciano meritava di più del Brescia. Questo è un punto che fa morale: il nostro obiettivo è la salvezza. Con il Brescia mi sono lasciato bene, la società con me è stata sincera dicendomi che non servivo'.