Commenta per primo

Catania e Livorno si accontentano di un punto per parte e pareggiano 3-3 sul campo del 'Massimino'. Non arriva quindi la svolta per gli uomini di Maran, che conferma il 3-5-2 inserendo Barrientos in linea mediana al posto di Izco. Modulo speculare per il Livorno, con Di Carlo che affida le chiavi dell'attacco al duo composto da Paulinho ed Emeghara. Partita dai due volti, con un primo tempo totalmente abulico da parte di entrambe le squadre, che vanno negli spogliatoi sullo 0-0. Il match si accende nella ripresa, con il Catania che va subito alla ricerca del goal del vantaggio senza riuscirci. E' il Livorno a trovare l'1-0 al 50' con Emeghara, bravo ad appoggiare in rete una corta respinta di Frison su tiro di Emerson dalla distanza. I padroni di casa sbandano, ma provano a cercare la reazione per agguantare il pareggio. Maran mette dentro Izco e Castro e i rossazzurri trovano nuova linfa, riuscendo ad agguantare l'1-1 al 61' con Bergessio, che sfrutta un passaggio di Barrientos e riesce a battere Bardi trafiggendolo dopo un duplice tiro. Il Livorno non molla e si affida al contropiede, guadagnando un rigore con Emeghara, toccato in modo decisivo da Frison a giudizio del direttore di gara. E' il 72', Paulinho realizza il tiro dal dischetto e regala il 2-1 ai suoi. Le emozioni non sono affatto finite e il Catania si getta nuovamente a testa bassa in cerca del pareggio. Il 2-2 arriva al 75', quando Barrientos infila dentro di prima intenzione un calcio d'angolo battuto da Lodi. Gli etnei credono nel sorpasso, ma lasciano ancora una volta troppi spazi scoperti agli avversari. Ne approfitta nuovamente Emeghara, che al 77' sigla il 3-2 per il Livorno approfittando di una respinta errata di Frison. Il Catania barcolla e gli ospiti si avvicinano al colpo del ko, ma la difesa regge e dà coraggio al pubblico che riprende ad incitare la squadra. I rossazzurri trovano così la forza per pareggiare per l'ennesima volta, con Almiron che all'88' appoggia in rete il pallone del definitivo 3-3.

CATANIA

Il difensore del Catania, Cristiano Biraghi: 'Visti i risultati delle dirette concorrenti abbiamo guadagnato un punto su chi ci precede, ma per noi è come se ne avessimo persi due. Credo che comunque abbiamo dimostrato di poter credere nella salvezza, perchè non è cosa da tutti rimontare per tre volte. La classifica dice che in questo momento le squadre in lotta per non retrocedere sono cinque e noi pensiamo di essere più forti di tutte le altre. Andremo a Parma per cercare di vincere, ma lo avremmo fatto anche se non fossimo stati all'ultimo posto. La reazione che abbiamo avuto oggi dimostra che la nostra mentalità è cambiata e dobbiamo ripartire da questo'.

LIVORNO

I giocatori del Livorno non hanno rilasciato dichiarazioni.