Commenta per primo
Il Cesena ottiene la terza vittoria in altrettanti incontri casalinghi contro un Livorno mai realmente pericoloso. Pronti via e i romagnoli sono subito pericolosi. Al 10' è Ragusa a sfiorare il gol, centrando il palo interno dopo una serie di dribbing sull'out destro. Il baricentro alto e il pressing alto predisposto da mister Drago costringono i trequarti ospiti a ripiegare continuamente alla ricerca del pallone, consentendo così ai padroni di casa di trovare spesso e volentieri la palla fra le lineee. Il Livorno si affaccia dalle parti di Gomis solo al 21' con la percussione solitaria di Luci che però non trovo lo specchio. Pochi minuti prima Vajushi è costretto ad abbandonare il match causa scontro di gioco con Capelli. Alla ripresa del gioco il pareggio regge per poco più di 15 minuti. Al 63' infatti arriva l'episodio che cambia la partita: Ceccherini stende in area Molina sugli sviluppi di una rimessa laterale, per Chiffi è rigore. Sensi trasforma dagli undici metri, spiazzando Pinsoglio. Gli amaranto non riescono a reagire, continuando con un giro palla lento e non riuscendo mai a dare l'impressione di poter ribaltare il risultato. Il Cesena avrebbe persino le occasioni per dilagare ma ne Ragusa ne Succi riescono a sfruttare i tanti palloni vaganti in area. Seconda sconfitta consecutiva per il Livorno che comunque rimane ad un solo punto dalla vetta della classifica, vetta ora occupata anche da un Cesena che domenica prossima sarà di scena a Cagliari nel match di mezzogiorno.
 
CESENA
 
L'allenatore del Cesena, Massimo Drago: "La partita di oggi è la risposta migliore dopo il brutto pareggio di Perugia. Oggi abbiamo creato davvero tanto riuscendo però a segnare solo un gol, su questo dobbiamo ancora lavorare. Sensi ha saputo gestire una grande responsabilità calciando il rigore e Kessie si è dimostrato all'altezza nonostante non fosse nel suo ruolo naturale. Il merito della crescita dei giovani va attribuito al gruppo dove lavorano tutti i giorni sotto i consigli dei compagni. Dobbiamo rimanere umili nonostante la classifica ci sorrida: solo così concentrazione e voglia di arrivare non verranno mai a mancare".
 
LIVORNO
 
L'allenatore del Livorno, Cristian Panucci: "Il Cesena ha meritato di vincere, non ci sono dubbi. Ho visto un Livorno sempre in ritardo sul pallone, una squadra volenterosa ma che è finita per correre a vuoto. Molina in posizione di falso trequartista ci ha messo in difficoltà soprattutto nel primo tempo, dove più volte abbiamo rischiato di subire gol. Non ho visto quella fame di vincere che invece deve essere sempre il nostro credo. La classifica? Non mi preoccupa, siamo ad un punto dal primo posto e sono sicuro che già dalla prossima tornerà il  Livorno che preferisco".