Commenta per primo
Quella che doveva essere una formalità di fine stagione è diventata invece una incredibile partita dalle tante reti e sorprese: il risultato finale premia il Sassuolo per 2-3. Primo tempo esclusivamente di marca cesenate, con i due gol di Defrel e Brienza entrambi frutto di ottime ripartenze dettate in parte dal cambio di modulo operato da Di Carlo. Il Sassuolo della prima frazione sembra una squadra già in vacanza: errori individuali, distanze esagerate fra i reparti e poca convinzione. Tutta un'altra musica nel secondo tempo, soprattutto dal punto di vista mentale. Prima Zaza e poi Taider trovano le reti che valgono il pareggio, tutto in soli sei minuti. La rimonta viene completata dal gran gol di Missiroli, che infila Agliardi con un missile da fuori area che si esaurisce nel sette. I romagnoli nei minuti finali avrebbero anche l’opportunità di pareggiare ma prima Tabanelli e poi Cascione non sfruttano le occasioni capitategli. Al fischio finale di Banti per il Cesena arriva la serie B matematica, mentre il Sassuolo può festeggiare un'altra stagione in massima serie.

CESENA

Il centrocampista del Cesena, Giuseppe De Feudis: "Ci tenevamo molto a fare bene in queste ultime due partite davanti al nostro pubblico. Peccato per quei cinque minuti sciagurati dove ci siamo tirati la zappa sui piedi, sbagliando completamente l'approccio al rientro in campo. L'eurogol di Missiroli ci ha definitivamente tagliato le gambe. Nel finale di gara è venuta fuori tutta la nostra rabbia ma non siamo riusciti a raggiungere nemmeno il pareggio. Ringrazio i tifosi per gli applausi del dopo gara, hanno capito il momento e si sono dimostrati ancora una volta fantastici. Il prossimo anno? Devo ancora parlare con la società, sono in scadenza a giugno".
SASSUOLO

Il difensore del Sassuolo, Paolo Cannavaro: "Tutto bene quel che finisce bene. La consapevolezza di aver raggiunto la salvezza con tanti turni di anticipo ci ha giocato brutti scherzi in queste ultime giornate e, anche oggi, abbiamo rischiato di fare una figuraccia. All'intervallo il mister ci ha strigliato, facendoci notare come certi gol se si vuole giocare in serie A non si possano subire. Nel secondo tempo ci siamo ritrovati e il risultato finale ci premia. In queste ultime due partite rientreranno in gruppo tanti assenti, possiamo divertirci".