Commenta per primo
Vittoria all'ultimo respiro per il Genoa contro il Chievo. A Marassi finisce 3-2. Gasperini ritrova quasi tutta la rosa e sceglie Gakpè in attacco al posto di Capel. Maran conferma il suo Chievo rivelazione con Birsa alle spalle di Meggiorini e Paloschi. Partenza sprint per gli ospiti, con Paloschi che al 1' batte Perin da pochi passi. Il Genoa però ribalta il risultato nel giro di quattro minuti. Al 13' Pavoletti respinge in rete il tentativo di Perotti e al 17' Gakpè tira da fuori, Cesar devia la palla che finisce in rete. Nella ripresa la sfida riserva ancora tante emozioni. Al 54’ Dzemaili viene espulso per seconda ammonizione. Il Chievo attacca e al 77' Pellissier di tacco infila Perin. La partita non finisce mai: al 93' Ntcham salta due uomini sulla destra e mette in mezzo per Tachtsidis che di piatto segna il gol vittoria.
 
GENOA
 
Il difensore del Genoa, Armando Izzo: "Adesso dobbiamo continuare a lavorare senza mai mollare neanche un centimetro. Pensiamo all'Empoli: loro giocano bene, ma noi dobbiamo provare a fare risultato. La vittoria di oggi è arrivata con il cuore, sono orgoglioso di far parte di questo gruppo, alla fine mi sono venuti i brividi. Dedico la vittoria a mio padre che mi manca molto".
 
CHIEVO
Il difensore del Chievo Verona, Federico Mattiello: "Penso che tutte e due le squadre abbiano fatto una buona partita. Potevamo portare a casa i tre punti, la sfida è stata decisa dagli episodi e noi accettiamo il risultato negativo arrivato all'ultimo. Perotti è un grande giocatore e lo ho dimostrato anche oggi, potevamo stare molto più attenti, io per primo. C'è ancora tanta strada da fare. Sono rientrato oggi e non è stata una partita facile".