1
Il Napoli supera per 2-0 una Roma sottotono. Nel primo tempo si vede solo il Napoli, che passa subito in vantaggio grazie ad una splendida girata al volo di Higuain. Successivamente De Sanctis prima si supera su un tiro di Insigne, poi ringrazia l'incrocio dei pali su una bordata di Callejon dal limite. Al 43' Hamsik da pochi passi colpisce il secondo legno per i suoi. Nella ripresa gli ospiti attaccano ma le occasioni capitano sempre agli azzurri. Al 64' Callejon si divora il gol del raddoppio su un contropiede perfetto. L'attaccante spagnolo si fa perdonare all'85' quando, sempre in contropiede, approfitta di un assist perfetto di Higuain e stavolta non sbaglia. 
 
NAPOLI
 
Nessun giocatore del Napoli incontra i giornalisti, parla solo l'allenatore Rafa Bentez: "Oggi l'intensità e la mentalità insieme all'approccio alla partita hanno fatto la differenza. Non è facile pressare contro la Roma ma volevamo farlo e ci siamo riusciti bene. La squadra sta crescendo molto e si è visto oggi contro una grande contro la Roma. Ci sono dei rimpianti perché abbiamo creato molto e dovevamo avere più punti, ma l'aspetto positivo è la prestazione di oggi. Contro l'Atalanta avevamo dominato e non abbiamo vinto, bisognava mostrare un po' di cattiveria sia sotto la porta avversaria che in difesa. Oggi i nostri difensori hanno fatto un buon lavoro ma soprattutto i centrocampisti hanno fatto benissimo. Poi davanti abbiamo giocatori importanti e sempre pericolosi. Adesso dobbiamo avere i piedi per terra e pensare a gara dopo gara, solo cosi possiamo arrivare lontano".
 
ROMA
 
Il centrocampista della Roma, Radja Nainggolan: "Il clima non c'entra niente, non siamo entrati subito in partita anche per bravura loro. La squadra che siamo abituati a vedere oggi non si è vista, non siamo riusciti a fare il nostro gioco, dopo il primo quarto d'ora che loro pressavano forti abbiamo cercato il nostro gioco ma senza la concretezza giusta. Le poche occasioni che abbiamo avuto le abbiamo sprecate ed è giusto uscire senza punti. il Napoli era molto più concreto di noi, hanno fatto il gioco loro e ora dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare più duro per tornare la squadra che eravamo. La stanchezza è sempre la scusa più semplice dopo che perdi, ma noi siamo una squadra brava nel palleggio quindi non c'entra niente la stanchezza, oggi non siamo riusciti a fare il nostro gioco".