Commenta per primo

Vittoria sofferta del Padova per 2-1 ai danni di una coriacea Juve Stabia. Primo tempo con predominio territtoriale dei veneti sui campani, che si svegliano solo sul finire della frazione di gioco. Dopo cinque minuti bella punizione a girare di Ciano alta di poco sulla traversa. Sterile la reazione della formazione di Braglia al 13' con un tiro di Sowe dalla distanza ribattuto in area da Benedetti. Al 19' ospiti in evidenza con una pregevole conclusione al volo di Mezavilla parata da Colombi. Ma il Padova preme sull'acceleratore e passa in vantaggio al 23' con un colpo di testa di Melchiorri su traversone di Pasquato. Buona occasione della Juve Stabia per pareggiare i conti al 31' con un tiraccio di Di Nunzio fuori misura da dentro l'area su angolo di Scozzarella. Ancora campani vicini al pari con il clamoroso palo interno sul diagonale di Di Carmine al 38': sulla ribattuta è Diop a sparare alto sulla traversa da ottima posizione. Gialloblù pericolosi al 41' con l'incornata di Murolo alta sulla traversa su corner di Scozzarella. Al 44' gran parata di Colombi, che esce a valanga sul tiro ravvicinato di Diop nell'area piccola. Ripresa con la Juve Stabia in avanti per il pari e Padova di rimessa per chiudere la partita. Al 48' punizione centrale di Pasquato dai 30 metri parata da Calderoni. Poco dopo gran tiro del neo-entrato Suciu dal limite dell'area alto di poco sulla traversa. Al 52' diagonale centrale di Pasquato. Juve Stabia in dieci uomini dal 64' per l'espulsione di Martinelli per fallo da ultimo uomo. Ma gli ospiti non demordono e pareggiano al 66' con Di Carmine in spaccata sulla corta respinta di Colombi dopo la conclusione non irresistibile di Vitale da fuori area. Mutti si gioca le carte Vantaggiato e Diakite per rivitalizzare la manovra offensiva nell'ultimo quarto d'ora di gara. Reazione patavina al 79' con la punizione di Vantaggiato alta sulla traversa. All'86' rete di Vantaggiato, ma l'arbitro annulla per un fallo di mano dello stesso attaccante padovano. Il gol per i padroni di casa è solo rinviato di due minuti grazie ad un rasoterra di Pasquato, che fa secco l'incolpevole Calderoni con la difesa stabiese immobile. Tre punti fondamentali per i biancoscudati, che così lasciano l'ultimo posto in classifica proprio alla Juve Stabia a quota cinque.

PADOVA

L'allenatore del Padova, Bortolo Mutti: 'Io guardo sempre avanti e non torno mai indietro al passato sulle gare giocate. Abbiamo vinto due partite in casa con grandi capacità caratteriali. Ora dobbiamo cercare di fare punti anche in trasferta, ma sei punti in due gare interne dimostrano che possiamo salvarci senza problemi. Abbiamo sofferto la Juve Stabia a fine primo tempo, ma abbiamo fatto meglio il secondo tempo. Adesso è il momento di dare continuità a questo importante risultato. Serve un ambiente coeso e quella cattiveria agonistica in campo a livello di serie B. Il calcio è strano e loro ci hanno punito in dieci uomini subito dopo l'espulsione di Martinelli, ma abbiamo voluto vincere a tutti i costi'.

L'attaccante del Padova, Cristian Pasquato: 'Abbiamo fatto un ottima partita e vinto con merito. Ci è andata bene a fare gol nei minuti finali. Ciò ci permette di lavorare con più tranquillità in vista della difficile trasferta di Lanciano. Non concepisco la posizione in classifica così bassa che abbiamo. E' stata una settimana di lavoro un po' tesa, ma abbiamo risposto in campo nel migliore dei modi. Abbiamo dimostrato soprattutto che stiamo bene e dobbiamo continuare su questa strada. Purtroppo abbiamo perso tante partite, che non meritavamo, ma adesso possiamo rialzarci'.

JUVE STABIA

L'allenatore in seconda della Juve Stabia, Mauro Isetto: 'Siamo stati puniti ancora una volta dagli episodi. A parte i primi dieci-quindici minuti in balia del Padova, la squadra è venuta fuori bene alla distanza. Abbiamo colpito un palo clamoroso a fine primo tempo ed abbiamo pareggiato in dieci uomini. Non avrei mai pensato di perdere questa partita, ma purtroppo è una sconfitta pesante. Dobbiamo cominciare a fare risultato a partire dalle prossime sfide contro Empoli e Varese. Non discuto l'arbitraggio di Pairetto, con l'espulsione di Martinelli'.

L'attaccante della Juve Stabia, Samuel Di Carmine: 'E' un momento difficile e siamo anche sfortunati. Potevamo tranquillamente pareggiare oggi, ma siamo stati puniti da un rimpallo in area di rigore. Siamo tutti uniti con l'allenatore Braglia, che potremo avere di nuovo in panchina nella prossima partita in casa contro l'Empoli. Abbiamo avuto anche un confronto a fine partita con i tifosi, che ci hanno chiesto di portare a casa il risultato. Sono contento per il mio gol, anche se è stato inutile'.