Commenta per primo
Il Palermo non va oltre l'1-1 al 'Barbera' contro lo Spezia. Nel girone di ritorno, gli uomini di Iachini hanno vinto una sola volta e pareggiato quattro. Eppure la giornata sembrava essersi messa in discesa dopo il gol di Hernandez (tredicesimo stagionale) al 16'. I padroni di casa sprecano qualche occasione, prima di tirare i remi in barca nella ripresa. All'85' la doccia fredda della splendida punizione di Scozzarella, entrato in campo da pochi minuti.

PALERMO

Oltre a Iachini parla solo il team manager del Palermo, Igor Budan: ‘Sono venuto io a parlare perché i ragazzi sono molto dispiaciuti per il pareggio. Nel primo tempo la partita si era messa bene grazie a Daprelà e a Stevanovic, i cui cross ci hanno messo in condizione di segnare. Peccato perché lo Spezia non ha creato pericoli, nonostante il baricentro alto. Non ho ben capito la gestione dei falli, ho visto un metro di giudizio diverso tra primo e secondo tempo. Sarebbe bello se a fine partita, anche tramite Twitter, gli arbitri potessero spiegare le loro decisioni. In ogni caso noi andiamo avanti con fiducia, non ci rilasseremo’.
SPEZIA

Il centrocampista dello Spezia, Matteo Scozzarella: ‘Calciare le punizioni è una mia prerogativa, e stasera è andata bene. Sono felice per il gol, ma ancora di più per il pareggio che ci dà continuità. Sapevamo che il Palermo è la squadra fisicamente più strutturata del campionato, e abbiamo preparato la partita in modo da farli correre il più possibile, anche se in realtà nella prima mezz'ora sono stati loro a emergere. Col passare dei minuti siamo cresciuti e credo che il pareggio sia meritato’.